Giosuè Carducci: riassunto

Appunto inviato da liberty870
/5

Giosuè Carducci: riassunto della vita, opere, pensiero, l'evoluzione ideologica e letteraria, concetto di Kitsch, Critico e Prosatore (2 pagine formato doc)

GIOSUE' CARDUCCI: RIASSUNTO DELLA VITA

Giosuè Carducci.

La vita: Carducci nacque a Valdicastello in Versalia nel 1835 da una famiglia borghese. I primi anni li trascorse in Maremma e proprio per questa infanzia libera e circondata da una natura aspra e selvaggia Carducci col passare del tempo ebbe nostalgia di questo luogo. Studiò a Pisa e si laureò in lettere e iniziò la sua carriera cm insegnante. Nel 1860 il ministro dell’istruzione lo chiamò alla cattedra di Letteratura italiana a Bologna dove trascorse una vita da insegnante e studioso.
Carducci sostenne molte polemiche letterarie e politiche e dopo aver ricevuto il premio Nobel per la poesia, morì nel 1907.
L’evoluzione ideologia e letteraria. Dalla democrazia repubblicana all’involuzione monarchica: Carducci inizialmente aveva idee repubblicane e democratiche. Rimase deluso dal processo unitario e per questo motivo si scagliò contro il nuovo regime al quale si oppose violentemente. In particolar modo andò contro le forze armate che bloccavano Garibaldi, contro la corruzione, contro la politica superficiale. Per questi motivi si fece sostenitore dei diritti del popolo.

Giosuè Carducci: riassunto vita e opere


GIOSUE' CARDUCCI: RIASSUNTO PENSIERO

Fu anche un massone e andò contro la Chiesa e il Papa. E’ vicino al Positivismo poiché esalta la Scienza e il Progresso. Crescendo cambiò idee sia sul piano religioso che politico poiché si avvicinò alla monarchia e fu nominato senatore e da patriottista si trasformò in nazionalista sostenendo la politica di Crispi. Sul piano religioso mitigò la sua rabbia verso il Papa e riconobbe il valore del cristianesimo.


Poesia San Martino: testo, parafrasi e figure retoriche


Dall’antiromanticismo classicistico all’esotismo evasivo: Lo stesso percorso lo ritroviamo in ambito letterario e stilistico dato che fu un forte antiromantico. Il principale bersaglio della sua polemica era il Romanticismo sentimentale e il Romanticismo manzoniano (religioso). Per questo motivo Carducci preferiva lo stile aulico del classico. Il disgusto del romanticismo deriva dal fatto che Carducci si riferiva solamente ai poeti romantici italiani ma ampliò i suoi studi anche all’estero. Questa conoscenza del romanticismo estero gli fece passare lo sdegno contrò il presente e cercava di analizzare i momenti di sconforto,l’angoscia x l’incombere della morte. Facendo ciò Carducci si abbandona alle fantasticherie e ricerca un mondo pieno di vita,bellezza e armonia dove rifugiarsi (Ellade). “Sanità” classica e “malattia” tardoromantica: In Carducci emergono i tratti di un poeta tardoromantico che non si era risparmiato alla “malattia” della sua epoca trovando però la “sanità” nel classicismo che lo aiutava a sconfiggere le inquietudini e le angosce che lo assillano.

Giosuè Carducci: riassunto vita e poetica


GIOSUE' CARDUCCI OPERE: RIASSUNTO

Le sue preoccupazioni sono banali se vengono confrontate alla concezione della vita di Baudelaire. Infatti la poesia Carducciana divenne un punto di riferimento per la borghesia che si riconosceva perfettamente nei temi da lui trattati, e la sua poesia divenne presto l’archetipo stesso dell’idea di “poesia”. Ma oggi Carducci viene considerato un poeta minore dai critici anche se ai suoi tempi ha avuto un grande peso sul paino culturale e politico.
Juvenilia, Levia gravia, Giambi ed Epodi
Le prime opere di Carducci sono a sfondo prettamente classico. I primi versi sono contenuti in Juvenilia e Levia gravia che sono perlopiù esercizi poetici. Qui compare lo “scudiero dei classici” che presenta temi,immagini e metri degli autori del risorgimento italiano (Dante, Petrarca, Monti e Foscolo) e si nota la contrapposizione con il Romanticismo poiché sono presenti ,in queste due opere, termini aulici e riferimenti alla mitologia e alla storia. Altra opera giovanile di Carducci sono i Giambi ed Epodi: una raccolta che comprende varie poesie che vanno dal 1867 al 1879.

Giosuè Carducci: riassunto vita


GIOSUE' CARDUCCI: VITA E OPERE

Il titolo allude alle forme metriche usate  dagli antichi x inveire e fare satira violenta, infatti Carducci sfoga le sue ire contro il nostro paese che ha dimenticato l’importanza del Risorgimento, e di questo periodo fa parte L’inno a Satana dove l’autore esprime tutto il suo disprezzo verso la chiesa. In seguito vedremo una forte influenza da te dei modelli moderni percheè usa un linguaggio meno alto ricorrendo ai termini di lingua parlata e al ritmo spezzato. Invece il linguaggio aulico è usato con tono di satira.
Le Rime nuove. Carducci raccolse in quest’opera  un gruppo di poesie che vanno dal 1861 sino al 1887. Queste nascono da spunti intimi o dalla sollecitazione della storia e della letteratura. Usa una metrica che si rifà alla lirica italiana che è caratterizzata dalla rima ed infatti x questo la raccolta si chiama Rime Nuove.