Agostino - Alberto Moravia

Appunto inviato da masofiol
/5

Agostino, il protagonista, è un ragazzo tredicenne, di famiglia ricca che ha vissuto sempre protetto dalla madre sin dall’infanzia (5 pagine formato doc)

Quando anche per lui vi è l'incontro (o forse sarebbe meglio dire lo scontro) con la sessualità, in modo poi così brusco, egli è disorientato e confuso, ma cerca subito di apprendere, anche grazie ai suoi giovani amici, il più possibile sull'argomento, anche se alla fine non è che ne capisca realmente tanto...


Egli è fondamentalmente buono, ma proprio quando viene "iniziato" all'ambito sessuale comincia ad avere una sorta di complesso edipico nei confronti della madre, che mentre prima vedeva solo come genitrice e quasi amica, oggetto per lui di una sorta di venerazione, ora comincia ad essere da lui vista come una donna a tutti gli effetti.

Gli amici da lui conosciuti durante l'estate sono invece tutti figli di marinai, e quindi per questo conducono una vita più libera e "rotta" ad ogni esperienza, ed è normale che prendano in giro un ragazzino tanto ovattato come Agostino, che dal canto suo è affascinato dal loro mondo, visto in ambito della trasgressione.

Protagonista: Agostino
Antagonista: L’ignoranza di Agostino nei confronti dell’ambito della sessualità e più in generale verso gli aspetti del mondo per lui sconosciuti.

Adiuvanti del protagonista: Sia positivi che negativi sono gli amici del bagno Vespucci, che lo aprono ad un mondo ben differente da quello in cui era cresciuto.


Oggetto del desiderio: Per Agostino è l’entrare in contatto con l’appena scoperto mondo della sessualità; spia di questo suo desiderio è l’atteggiamento che lo porta addirittura a mentire con la madre per potere entrare in un casino; più implicitamente e psicologicamente la madre, e quindi con questo si riallaccia al complesso edipico.