L'età del Romanticismo: riassunto

Appunto inviato da razzapazza
/5

Origine del termine Romanticismo, aspetti generali e tematiche del Romanticismo europeo, fisionomia e ruolo sociale, Romanticismo italiano e Romanticismo europeo e l'Illuminismo. Riassunto dell'età del Romanticismo (6 pagine formato docx)

L'ETA' DEL ROMANTICISMO: RIASSUNTO

L’età del Romanticismo.

In Italia il movimento romantico si affaccia nel 1816, ma le tendenze romantiche erano in atto in Europa già da tempo, sia dagli ultimi decenni del Settecento.
Il termine “Romanticismo” può essere usato come:
•    categoria storica: indica un intero periodo nelle sue varie manifestazioni;
•    movimento: indica un’accezione più ristretta, che si concreta in scuole o gruppo intellettuali legati da principi comuni ed ispirati da una precisa poetica, che si esprime in manifesti programmatici e in opere teoriche.
Così determinati scrittori, che non fecero parte di movimenti romantici o addirittura li avversarono, possono egualmente essere considerati “romantici” nell’accezione più larga del termine poiché parteciparono a quel determinato periodo storico.

Età del Romanticismo: tema


ROMANTICISMO LETTERATURA: ORIGINE DEL ROMANTICISMO

Origine del termine Romanticismo.

La parola romantic compare per la prima volta in Inghilterra verso la metà del Seicento e viene usata in senso spregiativo ad indicare ciò che vi era di fantastico, assurdo e falso negli antichi romanzi cavallereschi e pastorali. Nel Settecento il termine comincia a perdere l’accezione peggiorativa e passa a significare semplicemente “ciò che è atto a dilettare l’immaginazione” e viene usato anche per definire paesaggi selvaggi, solitari e malinconici. A fine Settecento designa anche l’emozione soggettiva di chi contempla la precedente natura.
Nella Nuova Eloisa di Rousseau col termine romantique viene definito qualcosa di vago e indefinito, “un non so che di magico, di sovrannaturale, che rapisce lo spirito e i sensi”.

Romanticismo italiano, riassunto


ROMANTICISMO RIASSUNTO

A fine Settecento per i tedeschi della rivista “Athenaeum”, il termine definiva la letteratura moderna contrapposta a quella classica  anima lacerata da una dolorosa mancanza.
Il termine romantico designa uno stato d’animo di nostalgia per ciò che è lontano, indefinito, sconosciuto (Sehnsucht), di tensione verso l’infinito. In Italia la parola designa la poesia moderna, la poesia “dei vivi” in contrapposizione alla poesia “dei morti” e all’imitazione pedantesca dei classici.   
Aspetti generali del Romanticismo europeo
Le tematiche “negative”. Il Romanticismo investe tutti gli aspetti della civiltà occidentale dalla fine del Settecento alla metà circa dell’Ottocento condizionando e inglobando in se anche quelle tendenze che vi si oppongono (classicismo). Inoltre coinvolge non solo la letteratura ma anche le arti figurative, la musica, il pensiero, la mentalità generale e persino il costume e la vita quotidiana.

Romanticismo italiano e i suoi maggiori esponenti: riassunto


ROMANTICISMO LETTERATURA RIASSUNTO

Esso è un periodo storico con infinite manifestazioni, talora fra loro divergenti o persino contraddittorie,  avente denominatori comuni che racchiudono tutte le pluralità di questa manifestazione culturale. Il Romanticismo non esiste: esistono solo scrittori, pensatori, artisti romantici, entità concrete e individuali che hanno caratteristiche comuni.
Nella cultura romantica trionfano delle tematiche negative: il dolore, la malinconia, il tedio (noia esistenziale), il disgusto, la delusione, l’infelicità cosmica, l’inquietudine, l’angoscia, la paura, il vagheggiamento della morte e il fascino del male, dell’orrore e del mistero (es. I dolori del giovane Werther). In quest’epoca è impossibile trovare un artista che abbia una visione del mondo totalmente serena, ottimistica, immune da elementi negativi.