"Il gladiatore" di Ridley Scott

Appunto inviato da mattia25
/5

Recensione del mitico film "Il gladiatore" diretto nel 2000 da Ridley Scott (1 pagine formato doc)

“Il Gladiatore” è un film di Ridley Scott, regista nato il 30 dicembre 1937 nel Regno Unito.
Oltre a quest’ultimo, Scott negli ultimi anni ha diretto 6 film, tra cui “Hannibal” e “Le crociate”. “Il Gladiatore” è un film drammatico-storico, dura circa 155 minuti ed è stato girato nel 2000. Il film inizia con la guerra contro i barbari in Germania, dove il comandante dell’esercito è Massimo, interpretato da Russell Crowe, abile condottiero e molto amico del suo imperatore Marco Aurelio (Richard Harris). Finita la guerra contro i barbari, vinta dai romani, l’anziano imperatore romano decide di scegliere come proprio successore Massimo, invece del figlio Commodo (Joaquin Phoenix). Venuto a conoscenza della scelta del padre, Commodo lo uccide e dà ordine di uccidere anche Massimo e la sua famiglia, poi entra a Roma come imperatore.
Massimo si libera dai pretoriani che stanno per ucciderlo, ma, giunto a casa, vede che sua moglie e suo figlio sono stati massacrati; Massimo si abbandona tra le macerie della sua casa e viene raccolto da un mercante di schiavi e venduto a Proximo (Oliver Reed), un ex gladiatore reso libero da Marco Aurelio che gestisce una gruppo di gladiatori. Costretto a combattere, Massimo mostra le sue ottime qualità di guerriero e diventa il gladiatore favorito di Proximo. Quando Commodo ordina un periodo di grandi feste dedicate alla scomparsa del padre, Proximo porta al Colosseo i suoi gladiatori, compreso Massimo, che comincia la sua vendetta. Grazie alla sua esperienza guida i propri compagni alla vittoria in un combattimento disperato, e viene acclamato dalla folla. Commodo teme che possa diventare troppo famoso e cerca di fare in modo che venga ucciso nell'arena, ma tutti i suoi piani falliscono, e la celebrità di Massimo aumenta. Nel frattempo Lucilla (Connie Nielsen), sorella di Commodo, sta complottando alle sue spalle con il senatore Gracco per liberare Massimo e scatenare la rivolta contro Commodo, che però scopre il suo progetto, fa uccidere tutti i gladiatori e cattura Massimo per affrontarlo e sconfiggerlo nell'arena davanti al