La pazzia di Orlando: riassunto

Appunto inviato da lydiaburton
/5

descrizione accurata di ogni strofa del passo più famoso dell'opera di Ariosto. Riassunto del canto XXIII - La pazzia di Orlando - di Ludovico Ariosto nell'Orlando furioso (2 pagine formato doc)

LA PAZZIA DI ORLANDO: RIASSUNTO

Angelica, fuggendo per sottrarsi all’amore dei più valorosi cavaliere cristiani e saraceni, incontra Medoro (fante saraceno) gravemente feritoLei viene “colpita dlla freccia dell’amore” dedicandosi a curarlo.

Lui sarà il primo a cogliere “la prima rosa” =verginità di Angelica.
Intanto...Orlando, dopo essersi liberato dell’incantesimo del palazzo di Atlante, affronta il pagano Mandricardo, il cui cavallo imbizzarrito lo ha condotto nella foresta dove casualmente troverà i luoghi dove è sbocciato l’amore tra Angelica e Medoro.
vv 1 a 16 :La descrizione del bosco è molto bucolica, descritta con molta leggerezza probabilmente per alleggerire la trama ( rivo parea cristallo; sponde fioria, ecc).
Orlando sente la contrapposizione che c’è tra la natura e lui stesso che così armato stona in tutto quell’incanto. (bosco=intrico).

Orlando furioso, canto 23: analisi, figure retoriche e parafrasi


LA PAZZIA DI ORLANDO RIASSUNTO OTTAVE

vv 17 a 32: intorno Orlando vede molti alberi incisi con delle scritte notò che erano state scritte dalla sua amata Angelica perché questo era uno di quei luoghi dove andava insieme a Medoro.
SUBITO! Orlando spera che quel nome “Medoro” non sia altro che un soprannome dato da lei a lui (non volendo, non potendo accettare la realtà, si vuole illudere ma “rio sospetto” = la sua parte razionale capisce che non è vero. Scattano così i meccanismi di autodifesa per rimuovere la sofferenza.
vv.41 a 64: Orlando giunge dove il monte forma una specie di grotta a forma di arco in prossimità di una limpida fonte. MA aimè...era una dimora in cui i due amanti restavano abbracciati durante le ore più calde del giorno. Lì c’erano impressi i loro nomi con il carbone, gesso o con la punta di un coltello.

La pazzia di Orlando: riassunto, parafrasi e analisi


LA PAZZIA DI ORLANDO RIASSUNTO BREVE

vv.65 a 80: Orlando trova scritto nella grotta in arabo  che Medoro si è unito lì con Angelica.
La lingua araba era conosciuta da Orlando come la propria lingua.
Lesse quelle parole più volte sperando di non aver compreso il senso...ma invece quello era sempre più chiaro.
vv.81 a 112: In lui accresce la gelosia (“stringersi il cor sentia con fredda mano”) e rimasea fissare il sasso.
Sentiva accrescere il DOLORE ma questo non aveva voce, lamento, lacrime e voleva prorompere ma invece, per questa volta, rimase dentro. (es: anche Petrarca sensiva una grande inquietitudine e cercava i luoghi per rassicurarsi ma quando questo luogo sicuro non c’è più...è necessario esplodere e dar sfoggio di follia).

Canto 23 dell'Orlando furioso: analisi del testo


LA PAZZIA DI ORLANDO RIASSUNTO CANTO XXIII

vv.113 a 128: Orlando ritorna in sè autoconvincendosi che qualcuno abbia imitato la calligrafia di Angelica per gfarlo morire di gelosia...con una tenue speranza ....sale in groppa al suo cavallo.
Non procede per molto che vede uscire il fumo dai comignoli dei tetti arriva alla fattoria del pastore e prende alloggio.
 vv.129 a 136: scende da cavallo e si fa pulire l’armatura dai garzoni. Orlando si corica e non chiede di cenare....non sa che questa è proprio la stessa casa in cui fu soccorso Medoro ferito.
vv.137 a 144: cerca di trovare pace ma ogni finestra è segnata con quell’odiosa scritta. Vorrebbe chiedere ma non se la sente per non mostrare l’evidenza.