Illuminismo italiano: caratteristiche

Appunto inviato da nene88
/5

L'Illuminismo è una corrente di pensiero che nasce in Inghilterra e si fonda sulla ragione. Ha come precedenti il razionalismo, l'empirismo e lo scientismo. Riassunto breve sulle caratteristiche principali dell'Illuminismo italiano (1 pagine formato doc)

ILLUMINISMO ITALIANO: CARATTERISTICHE

L'illuminismo è una corrente materialista che non ammette principi trascendenti.

Il 700 è il secolo del teatro e del melodramma, della ragione e dei lumi che illuminano il buoi dell'ignoranza. All'origine di questa corrente troviamo: Galileo (metodo sperimentale); Locke(empirista) e Cartesio(razionalista; parla di idee chiare e distinte.
L'illuminismo è una corrente di pensiero che si fonda sulla ragione e che ha come precedenti il razionalismo, l'empirismo e lo scientismo. Nasce in Inghilterra dove c'era una borghesia più forte e dove vi era più libertà; nascerà anche in Francia, sotto l'assolutismo di Luigi XIV il quale si dichiara sovrano illuminato. Questa corrente di pensiero porterà alla Rivoluzione Francese; poiché l'illuminismo implica l'uso della ragione e ha un grande senso critico che applica su tutto ciò che ci circonda, indistintamente. Viene rifiutato ogni senso di fanatismo e di dogmatismo, NON si mette in discussione l'esistenza di Dio ma si dice che questo Dio è comune a tutti gli uomini e non dà regole di comportamento. La chiesa cattolica viene riconosciuta come portatrice di tragedie e di misfatti.

Illuminismo: riassunto e definizione


ILLUMINISMO ITALIANO RIASSUNTO

Caratteristiche dell'illuminismo: deismo: esistenza ammessa di un dio ma non vengono accettate le verità rivelate concezione laica della morale: la religione non c'entra con la morale; l'uomo vive per essere felice, la virtù consiste nel far del bene per gli altri uomini materialismo: non si ammettono principi trascendenti cultura: gli intellettuali francesi scrissero l'Enciclopedia, bisogna studiare per migliorare la condizione degli altri, non deve essere fine a se stessa cosmopolitismo: gli intellettuali devono essere cosmopoliti, hanno un'idea positiva della storia intesa come progresso con l'apice nell'illuminismo e con il periodo più buio nel medioevo (ritenuta l'età peggiore a causa dell'intolleranza e delle guerre. 

L'Illuminismo in breve


ILLUMINISMO ITALIANO IN  BREVE

L'illuminismo in Italia L'illuminismo italiano si sviluppa a Milano e a Napoli. I sovrani illuminati cercano la collaborazione con gli intellettuali illuministi. L'illuminismo italiano è moderato poiché nasce in sintonia con il potere, mancava una classe borghese e c'era la forte presenza della Chiesa. Al sud Genovese e Filangeri erano docenti universitari, pensarono molte riforme ma queste non vennero mai attuate dal sovrano (grande elaborazione teorica) Al nord troviamo i fratelli Verri e Beccaria (molte cose; poche parole). Maria Teresa d'Austria agevolerà il lavoro di questi intellettuali e li farà partecipare con le loro riforme al governo, tutto questo non successe al sud. In Inghilterra nasce il primo giornale che tratta di attualità. A Milano i fratelli Verri, che hanno le caratteristiche dei borghesi, fondano il primo giornale italiano “Il Caffè”. (1764) Il cafè veniva servito in botteghe e in queste vi si riunivano gruppi di intellettuali che affrontavano problematiche relative alla politica, alla scuola, ecc.