Eugenio Montale: riassunto

Appunto inviato da iruska89
/5

Eugenio Montale: riassunto della vita e opere del poeta ligure e premio Nobel per la letteratura nel 1975 (6 pagine formato doc)

EUGENIO MONTALE: RIASSUNTO

Eugenio Montale (1896-1981).

Nasce a Genova, figlio di Giuseppina Ricci e di Domenico titolari di una ditta commerciale. Prende il diploma di ragionerie e nutre una profonda passione per la musica. Partecipa alla Prima guerra mondiale come sottotenente e stringe amicizia con Angelo Barile, Adriano Grande e Camillo Sbarbaro. Frequenta nella villa Monterosso Anna degli Umberti che canta nelle poesie come Annetta-Arletta.
Nel ‘22 scrive per la rivista Primo tempo ed entra in contatto con il gruppo giobettiano torinese, pubblicando su Baretti Stile e tradizione. L’Omaggio a Italo Svevo segnala l’importanza dello scritto triestino.

Nel ‘25 esce la raccolta Ossi di seppia; Montale firma il manifesti degli intellettuali antifascisti di Benedetto Croce. Conduce negli anni della dittatura un’esistenza schiva e appartata.

Umberto Saba, Luigi Pirandello, Gabriele d'Annunzio ed Eugenio Montale: riassunto

EUGENIO MONTALE RIASSUNTO PER TESINA

Si trasferisce nel ‘27 a Firenze per lavorare come redattore nella casa editrice Bemporad e due anni dopo assume la direzione del Gabinetto letterario Vieusseux. Incontra Irma Brandeis che canta nelle sue poesie come Clizia.
Nel ‘39 appare la seconda raccolta di poesie Le occasioni. Avvia un’attività di traduttore per superare le difficoltà economiche e collabora al progetto dell’antologia Americana. Canta col nomignolo Mosca la moglie Drusilla Tanzi.
Nel ‘43 escono le poesie di Finisterre che confluiscono nella terza raccolta La bufera e altro. Ospita presso casa sua Umberto Saba e Carlo Levi, fa parte del CNL toscano e si iscrive al Partito d’azione.

Meriggiare pallido e assorto di Eugenio Montale

EUGENIO MONTALE RIASSUNTO BREVE PENSIERO

Nel ‘48 A Milano inizia l’attività di redattore del Corriere della Sera ed scrive critica musicale per il Corriere dell’Informazione. Nel Quaderno di traduzioni ci sono i testi dei maggiori poeti e scrittori (Shakespeare, Blanke, Pount, Eliot).
Nel ’56 esce la raccolta Farfalla di Dinard, poi Auto da fè, Fiori di casa, Sulla poesia. Dopo un lungo silenzio escono i versi di Satura, Diario del ’71 e ’72, Quaderno di quattro anni, L’opera in versi e la critica di Bettarini e Contini.
Nel ’75 riceve il premio Nobel per la letteratura, pronunciando il discorso E’ ancora possibile la poesia? Pochi mesi prima della morte escono I miei scritti sul mondo, Altri versi e poesie disperse e gli scritti musicali, postumi, Prime alla Scala. Altri scritti nella collana I Meridiani.

Eugenio Montale, riassunto: biografia e poetica

OSSI DI SEPPIA RIASSUNTO

Ossi di seppia. La raccolta esce nel ’25 per le edizioni di Piero Giobetti, intellettuale liberale e antifascisti; è divisa in quattro sezioni: Movimenti, Ossi di seppia, Mediterraneo, Meriggi e ombre. In apertura si colloca In limine (Sulla soglia) e in chiusura Riviere.
Si può cogliere l’influenza del pessimismo di Schopenhauer – le realtà sensibili sono parvenze ingannevoli, e l’interesse per le correnti del Novecento che si opponevano al determinismo positivistico.
Letterariamente si nota il legame con la poesia dannunziana, testimoniata dalla ripresa del termini e dei stilemi, anche se poi le supera rifiutando l’abbandono sensuale, il vitalismo panico, l’intonazione aulica e sublime.
È evidente anche l’influsso di Pascoli, ovvero la scelta di trattare oggetti poveri ed anche le soluzioni antiliriche e prosastiche, pervase di ironia dei crepuscolari, in particolare di Gozzano.