L'amico ritrovato di Fred Uhlman: riassunto

Appunto inviato da wamos
/5

cenni biografici sull'autore Fred Uhlman, analisi dei personaggi e commento. Riassunto breve de L'amico ritrovato di Uhlman (1 pagine formato doc)

L'AMICO RITROVATO DI FRED UHLMAN: RIASSUNTO

L'amico ritrovato, Fred Uhlman.

Fred Uhlman è nato a Stoccarda nel 1901 nella Germania sud-occidentale, ha frequentato il liceo classico e si è laureato in legge dopo la prima guerra mondiale. Ha iniziato dunque una carriera d'avvocato, interrotta nel '33 a causa dell'ostilità nazista e politica nei suoi confronti, poiché Uhlman era di discendenza ebrea e di tendenza democratica, in conflitto con la Germania di Hitler. Uhlman parte dunque dalla Germania e viaggia per la Francia (probabilmente come deportato all'inizio), per la Spagna e per la Gran Bretagna, dove muore a Londra nel 1985.
Uhlman non era scrittore di professione, ma era avvocato e aveva una certa fama di pittore. Come scrittore ha composto solo tre opere, di cui solo "L'amico ritrovato" era destinata alla pubblicazione: "Reunion" ("L'amico ritrovato" appunto); "No Coward Soul" ("Un'anima non vile") che narra la stessa vicenda dagli occhi di Konradin; 

L'amico ritrovato: riassunto


L'AMICO RITROVATO FRED UHLMAN: RIASSUNTO BREVE

"No Resurrection Please" ("Niente resurrezione, per favore") che narra il viaggio di Hans in Germania dopo 20 anni dalla guerra e la paura che ognuno di quei tedeschi e non possa far "resuscitare" l'olocausto.
I personaggi principali sono: Hans Schwarz (un semplice ragazzino tedesco con origini sveve, la cui colpa era di aver avuto, 200 anni prima, un ebreo come parente), Konradin von Hohenfels (aristocratico tedesco con nobili origini), e i genitori di Hans (il padre medico e la madre casalinga, gente semplice dunque).  Come protagonisti secondari appaiono invece: i compagni di scuola, i professori, i parenti statunitensi di Hans, i genitori di Konradin.

L'amico ritrovato: recensione libro


RIASSUNTO DEL LIBRO L'AMICO RITROVATO

La vicenda inizia ricordando i felici momenti di Hans passati al liceo di Stoccarda (dove abitavava), e più precisamente di quando Konradin von Hohenfels (un ragazzo con nobili origini stimato da tutti) comparve per la prima volta a Hans. Da allora Hans ne è colpito e capisce che solo lui potrà essere il suo unico amico, e per "conquistare" Konradin Hans inizia a mettersi in mostra a scuola. Da qui nasce una bellissima amicizia e passano momenti stupendi insieme che non avrebbero voluto condividere con nessun altro. Hans però si accorge di una certa ostilità dei genitori di Konradin. Di qui una serie di avvenimenti spiacevoli divide l'amicizia, uno tra i quali la confessione di Konradin a Hans che i suoi genitori nazisti gli hanno proibito di potersi frequentare, poiché Hans (considerato ebreo a tutti gli effetti) disonorerebbe la famiglia. Hans a questo punto è solo tra le umiliazioni continue dei nazisti ormai saliti al potere. Così Hans parte dai parenti statunitensi, mentre i genitori si tolgono la vitaano poiché vorrebbero abbandonare il paese ma sono troppo orgogliosi di essere tedeschi.

L'amico ritrovato: trama e commento