La letteratura religiosa del 1200: i poeti

Appunto inviato da trudylie
/5

Breve descrizione della letteratura religiosa italiana del 1200: San Francesco d'Assisi, Jacopo Passavanti, lirica provenzale, Scuola Siciliana, Giacomo da Lentini, Guido Guinizzelli e Guido Cavalcanti (1 pagine formato txt)

LETTERATURA RELIGIOSA DEL 1200

La letteratura religiosa del 1200.

Nel 200  e nel 300, anni in cui si sviluppa un forte movimento religioso, si hanno dei nuovi modi di pregare e lodare Dio. Questi modi sono in prosa (es. I fioretti di San Francesco) e la lauda (es. Il cantico delle creature). In questi anni Caterina da Siena scrive le sue lettere che non rientrano in questi 2 modi di scrivere, ma sono molto importanti perché sono prediche diverse dal pensiero religioso teologico.

La letteratura religiosa del 1200 in Italia: riassunto

POETI RELIGIOSI: FRANCESCO D'ASSISI

Francesco D'Assisi e la poesia religiosa italiana. Francesco D'Assisi (1182-1226) è il fondatore, oltre che dell'ordine francescano, della poesia religiosa italiana, ovvero lui è il primo che, attraverso una poesia apparentemente “ingenua”, esprime un concetto diverso di preghiera.

Questo concetto è radicalmente diverso da quello che esprime la chiesa perché loda tutto quello, di materiale, che è stato creato da Dio, mentre la chiesa predicava di non lodare le cose terrene e materiali.

La vita. Francescano D'Assisi nasce nel 1182, da una famiglia di mercanti bene stanti, studiò latino e greco e si diede all'arte della cavalleria. Al momento della sua crisi religiosa rinuncia a tutti i suo beni si ritira su un colle, dove predica la povertà e l'umiltà; seguito da alcuni discepoli diede vita all'ordine francescano e in seguito a quello delle Clarisse (per le donne). Inizialmente l'ordine francescano non fu visto di buon occhio dalla chiesa che lo accettò solo in parte (Innocenzo III) e inseguito fu approvato definitivamente nel 1223 (Onorio III).

Cantico delle creature. Il cantico delle creature, prima chiamato lode alle creature, è considerato il primo testo poetico religioso. La poesia, dicesi scritta in 2 periodi differenti della vita di San Francesco, è creato in modo da poter essere compreso da un qualunque uomo e non per forza da un dotto nobile, infatti questo spiega l'uso del volgare. La poesia si può dividere in base hai temi descritti in essa:

1- Nella prima parte, troviamo un'affermazione di San Francesco che esplicita che Dio può essere lodato ma che l'uomo non può pronunciare il suo nome.

2- Nella seconda parte troviamo le creature di Dio lodate perché esse sono manifestazioni di esso

3- Nella terza troviamo dei versi che riguardano la creatura e l'uomo.

4- Nell'ultima troviamo una predica di non morire nel peccato.

LETTERATURA RELIGIOSA ITALIANA DEL 200

Nella struttura sintattica troviamo:
1-un linguaggio semplice
2-dei riferimenti frequenti alla sorellanza tra uomo e creature di Dio
3-frequenza di aggettivi elogiativi e gioiosi riferiti alla natura.

LAUDA RELIGIOSA

La lauda. La lauda nasce, con le confraternite*, verso la metà del 200. Questa è una forma di preghiera si presenta come una canzone, caratterizzata dall'andamento parlato