Giuseppe Ungaretti

Appunto inviato da martaassi
/5

Breve biografia di Ungaretti, descrizione de "L'allegria" e "In dormiveglia" (3 pagine formato doc)

GIUSEPPE UNGARETTI: LA VITA
Nasce l’8 febbraio del 1888 ad Alessandria d’Egitto, da genitori di origine italiana.
Studia in questa città fino al 1905 e in questo periodo cresce leggendo le opere di Leopardi e Nietzsche.
Nel 1912 si trasferisce a Parigi proseguendo gli studi e approfondendo la sua conoscenza della poesia decadente e simbolista, in particolare leggendo Baudelaire e Malarmé. Egli, inoltre, nella capitale francese frequenta gli ambienti dell’avanguardia conoscendo alcuni fra i maggiori artisti e scrittori come Apollinaire, Picasso e De Chirico. 


Nel 1914 Ungaretti venne in Italia per arruolarsi come volontario nell’esercito italiano e partecipare così alla Prima Guerra Mondiale, durante la quale scrisse una delle sue raccolte di liriche più celebri che prese il nome di porto sepolto. Alla fine del conflitto nel 1918, è ancora a Parigi e nel 1919 si sposa con Jeanne Dupoix. 
Nel 1921 si trasferisce a Roma, aderendo poi al Fascismo, convinto che la dittatura potesse rafforzare la solidarietà nazionale e i principi di appartenenza da cui si era sentito escluso per molto tempo. 
Nel 1933, egli pubblica un’altra raccolta di opere che prende il nome di sentimento del tempo.


Ungaretti, quindi, divenuto uno dei più noti e prestigiosi intellettuali italiani, assunse la figura di un grande punto di riferimento per la nuova poesia che darà vita al definirsi della poetica ermetica.
Dal 1936 al 1942 egli ottiene una cattedra all’Università di San Paolo in Brasile, per poi ritornare in Italia, a Roma, ad insegnare letteratura italiana contemporanea.
Sempre nel 1942 viene nominato accademico d’italia  e la Mondadori intraprende la pubblicazione della raccolta delle sue opere, con il titolo vita d’un uomo.


.