La poetica di Pirandello: riassunto

Appunto inviato da t10ultras
/5

La vita, il pensiero, la visione del mondo e la poetica di Pirandello: riassunto (4 pagine formato doc)

LA POETICA DI PIRANDELLO: RIASSUNTO

Pirandello e il ‘900.

Pirandello è lo scrittore italiano più rappresentativo del nostro novecento a livello internazionale, per la carica innovativa che riesce a portare e nella struttura del romanzo e sulla scena. Dal suo stesso nome derivano alcuni termini che si sono diffusi in tutte le lingue: pirandellismo (atteggiamenti ispirati al relativismo e all’esasperato cerebralismo) e pirandelliano (situazione o avvenimento paradossale). Con lui entrano nella letteratura i temi e i caratteri della ricerca d’avanguardia con il relativismo, il gusto per il paradosso, per la deformazione grottesca, per la scelta ironica e umoristica.
Naturalmente a questi risultati lo scrittore non perviene subito, ma gradualmente, dal momento che come uomo dell’Ottocento, si deve liberare dei residui del Positivismo. Tuttavia la sua evoluzione gli consente di giungere a quelle posizioni artistiche letterarie che ne determinano la modernità. 

La poetica di Pirandello: riassunto dettagliato


PIRANDELLO POETICA E PENSIERO

Le fasi dell’attività artistica. L’evoluzione culturale in Pirandello è costante e ad essa corrisponde una evoluzione della produzione letteraria. Abbiamo un 1° periodo definito di formazione che abbraccia le esperienze di studio liceale e universitario, la composizione di poesie (Mal Giocondo e Pasqua di Gea) e una sostanziale adesione al Positivismo materialista.
 Segue una 2^ fase in cui acquista consapevolezza della crisi dei valori ottocenteschi (patria, libertà, religione) e della cultura positivistica. Si apre agli studi dei fenomeni psichici e parapsicologici, legge Alfred Binet e “Le alterazioni della personalità”. In questa fase dal Materialismo e dal Verismo deriva il suo rifiuto dell’Estetismo e del Simbolismo decadente e una radicale avversione per D’Annunzio. Si rende conto che “ogni cosa è relativa”, che la realtà è un intreccio di spinte e controspinte. La nuova situazione culturale determina la nascita della prima raccolta di novelle, Amori senza amore, e del romanzo Marta Ajala, pubblicata successivamente con il titolo L’esclusa.

Pensiero e poetica di Luigi Pirandello


LA POETICA DI PIRANDELLO UMORISMO

Con Il fu Mattia Pascal comincia la 3^ fase, quella della Narrativa umoristica. E’ la fase in cui elabora la poetica dell’umorismo che già aveva trovato concreta attuazione nel romanzo di Mattia Pascal. Scrive I vecchi e i giovani, Suo marito, (poi pubblicato con il titolo di Giustino Rondella nato Poggiolo) Si gira,(poi pubblicato con il titolo di Quaderni di Serafino Gubbio); comincia la laboriosa stesura di Uno nessuno e centomila, completato dopo 10 anni, nella fase del “teatro umoristico”.