I malavoglia: trama

Appunto inviato da erib93
/5

riassunto e trama dettagliata del romanzo "I Malavoglia" di Giovanni Vega. Analisi dei personaggi e del romanzo di Verga (2 pagine formato doc)

I MALAVOGLIA: TRAMA

I Malavoglia è romanzo composto nel 1881 da Giovanni Verga, scrittore appartenente alla corrente del verismo.E’ il primo romanzo verista di Verga, è il primo del ciclo dei Vinti, progetto letterario che sarebbe stato costituito da cinque opere: “I Malavoglia”, “Mastro don Gesualdo”, “La duchessa di Leyra”, “L’onorevole Scipioni”, “L’uomo di lusso”.

L'intera serie avrebbe dovuto rappresentare la società in tutta la sua realtà
Il titolo che Verga aveva in mente per questa raccolta, in realtà, era “La marea” poiché i cinque romanzi avevano come motivo centrale quello del progresso che, come una “marea”, travolge tutti indistintamente.
In seguito decise che “I Vinti” sarebbe stato più adatto perché rendeva meglio l'idea di ciò di cui avrebbe parlato. I protagonisti, infatti, saranno tutti colpiti dal fato, dalla necessità o dal desiderio di miglioramento.
I temi principali de “I Malavoglia" sono gli affetti familiari e le prime inquietudini per il benessere e l’attaccamento alla roba.

I Malavoglia di Verga: trama e commento


I MALAVOGLIA: TRAMA BREVE

Ma Giovanni Verga torna più e più volte su un tema preciso: quello dell'attaccamento alla famiglia; è facile comprendere, quindi, i sentimenti di amarezza e dolore di chi è costretto a vendere la propria abitazione per pagare i debiti di un affare sfortunato, come nel caso dei Malavoglia. Per i Malavoglia la "roba" consiste nella Provvidenza e nella casa del nespolo. Quando entrambe si perdono, i membri della famiglia sentono di aver perduto le radici stesse della loro esistenza.
Giovanni Verga riprende più volte il discorso economico, anche nelle tragedie familiari. Quando, ad esempio, muore Bastianazzo, la prima ed ultima cosa che si dice è che la barca era carica di lupini. Ma Verga vuole sottolineare la differenza tra la malizia del popolo e la famiglia operosa. Difatti è il popolo a pensare che Padron 'Ntoni si preoccupi dei lupini, quando quest'ultimo è afflitto per la perdita del figlio.

I Malavoglia: riassunto


I MALAVOGLIA: TRAMA DETTAGLIATA

L'opera rappresenta una realtà ancora arcaica, non industrializzata: protagonista è una famiglia di pescatori siciliani che vive ad Aci Trezza. Il nucleo familiare dei Malavoglia è formato dal vecchio padron' Ntoni, dal figlio Bastianazzo, dalla moglie di questi, Maruzza la Longa, e da cinque nipoti: 'Ntoni, Luca, Mena, Alessi, Lia. Le uniche ricchezze della famiglia sono “la Casa del Nespolo” e la barca, la “Provvidenza”, unica fonte di guadagno.
Ogni personaggio viene chiamato con un nomignolo attribuitogli dal popolo, e la famiglia stessa, la famiglia Toscano, veniva chiamata dai concittadini i Malavoglia. Verga usa così una serie di antifrasi. Attraverso tale tecnica il soprannome attribuito a ciascun personaggio indica una caratteristica opposta a quella reale del personaggio. Ad esempio i Malavoglia sono così chiamati paradossalmente per la loro volontà e la loro voglia di lavorare per poter sanare i loro debiti.

I Malavoglia: riassunti


I MALAVOGLIA: RIASSUNTO

Trama. La sfortunata vicenda dei Malavoglia inizia nel dicembre del 1863, quando il giovane figlio 'Ntoni deve abbandonare il paese per rispondere alla  chiamata  di leva. La partenza del figlio è la prima disgrazia di una famiglia che, oltre a soffrire per il distacco, vede assottigliarsi le braccia per il lavoro. La necessità di guadagno spinge padron 'Ntoni all'acquisto di un carico di lupini da trasportare e vendere a Riposto. Bastianazzo un sabato sera si mette in mare con la “Provvidenza” per trasportare i lupini ma il caso vuole che in concomitanza con la partenza di Bastianazzo si scatena in mare una tempesta. La barca affonda e Bastianazzo muore.  La disperazione incombe sulla famiglia, e, soprattutto sul vecchio 'Ntoni e su Maruzza la Longa. Non c'è tempo da perdere, la barca viene fatta subito sistemare nella speranza di una ripresa economica.