Il buio oltre la siepe: riassunto dettagliato

Appunto inviato da flattia
/5

Riassunto dettagliato del romanzo sul razzismo e sulla segregazione razziale di Harper Lee. Analisi dei personaggi e commento personale (3 pagine formato doc)

IL BUIO OLTRE LA SIEPE: RIASSUNTO

Autore: Harper Lee
Titolo: Il buio oltre la siepe
Editore: Universale Economica Feltrinelli
Genere: romanzo giallo sul razzismo
Argomento trattato: il libro può essere diviso in due parti, la prima narra le vicende della piccola Jean Louise (è lei che racconta in prima persona) e di suo fratello Jeremy.

La seconda è imperniata sul processo di Tom, un nero, difeso da Atticus, padre dei due ragazzini.
Breve illustrazione dei contenuti: il romanzo di Harper Lee inizia con la descrizione del paese in cui si svolge la storia: Maycomb nell'Alabama del sud negli anni trenta.
La famiglia Finch è composta dal capo famiglia Atticus ,dai figli Scout (Jean Louise) e Jem (Jeremy) e Calpurnia: la serva. Un giorno, d'estate, i due ragazzi incontrano Dill: il nipote della loro vicina. Tra loro nasce una profonda amicizia, ogni giorno giocavano insieme; però Dill alla fine dell'estate torna a Meridian.
Scout a settembre inizia la scuola ma per lei fu un'esperienza traumatica perché quando la maestra chiede, alla classe, se qualcuno sapeva leggere, solo Scout rispose e l'insegnante si adirò perché diceva che così piccoli i bambini dovevano imparare a scuola e non a casa con i genitori come faceva Scout con suo padre.

Il buio oltre la siepe: analisi del testo

IL BUIO OLTRE LA SIEPE: RIASSUNTO DETTAGLIATO

L'anno scolastico finì, anche se tra la maestra e Scout ci furono altri battibecchi. Arrivò l'estate e con essa Dill e ricominciarono a giocare insieme. Giocavano soprattutto a recitare la vita di alcuni abitanti del paese, Scout si rifiutò e venne cacciata via. Per colmare il tempo Scout andava dalla Sig. Moudi che abitava di fronte a loro. L'estate finì e cominciò la scuola: la seconda fu peggio della prima e la maestra continuava a spiegare senza insegnare a leggere. Quello stesso inverno cadde la neve a Maycomb e i due ragazzi cominciarono a costruire un pupazzo. Una notte accadde che la casa della Sig. Moudi prese fuoco, Atticus svegliò sia Scout che Jem per essere pronti a scappare nel caso in cui le fiamme si sarebbero propagate. Arrivò il giorno che Atticus seppe che doveva difendere un nero; la cosa fece molto scalpore nella cittadina perché i neri erano visti come persone senza diritti e ma solo con l'obbligo di ubbidire al loro padrone. Costui si chiamava Tom Robinson ed era accusato di essersi approfittato di Mayella Ewell. La famiglia degli Ewell abitavano vicino a un discarica e lavoravano dalla mattina alla sera, i loro figli andavano a scuola solo il primo giorno, per essere in regola con la legge, e poi andavano a lavorare con i loro padri. Da quando la voce si era sparsa in giro Scout venne derisa da molti compagni e lei, che era molto rissosa, fece a botte con molte persone. Un giorno arrivò zia Alexandra, sorella di Atticus, a occuparsi dei suoi nipoti; da quando la zia arrivò Scout si calmò e cominciò a imparare i comportamenti di una vera signorina. Arrivò il giorno del processo, davanti al tribunale c' era una numerosa folla tra cui Jem, Dill e Scout che aspettava ansiosamente l'apertura delle porte. Finalmente il processo iniziò e l'accusa chiamò lo sceriffo della città e gli fece alcune domande riguardo quello che aveva fatto subito dopo la chiamata, lui disse che si era precipitato a casa degli Ewell. Atticus fece una sola domanda al teste: se per caso qualcuno avesse chiamato un dottore siccome Mayella aveva subito una violenza carnale ma lo sceriffo disse di no. Poi fu chiamato il padre della ragazza e disse che stava nel bosco di fronte alla sua casa e sentì la figlia urlare e si precipitò a vedere cosa era successo e vide Mayella stesa a terra piena di lividi. Aggiunse che vide Tom scappare, Atticus chiese se lui fosse destro o sinistro ed egli rispose: sinistro. La giuria mormorò perché Atticus disse che era strano che un uomo che aveva i muscoli del braccio sinistro recisi tenere una donna sul lato sinistro della faccia. Poi toccò a Mayella testimoniare e disse che quel giorno lei chiamò Tom per spaccare un mobile in cambio di un venti, continuò dicendo che lei era andata a prendere i soldi e lui era li dietro, la bloccò e si approfittò di lei ma poi arrivò il padre e Tom scappò. Atticus fece delle domande provocatorie a Mayella affermando che era stato il padre a picchiarla ma lei se ne andò. Poi fu il turno di Tom che disse che lui era già andato a casa degli Ewell e che era Mayella a chiamarlo per fargli fare qualche lavoretto, la giuria mormorò di nuovo perché Mayella affermò che quel giorno era la prima volta che lo chiamava. Tom iniziò a raccontare ciò che accadde il giorno fatidico e disse che Mayella lo chiamò per fare un lavoro dentro casa ma invece lei lo abbracciò e tentò di baciarlo ma arrivò il padre che cominciò a insultare la figlia e allora Tom scappò via temendo le reazioni del padre. La giuria si ritirò e stette molto tempo per deliberare e questo fece capire che Atticus creò dei dubbi ai giurati, la giuria entrò e comunicò il verdetto:colpevole…….colpevole. Alcuni giorni dopo il processo Bob Ewell sputò in faccia ad Atticus ma lui disse che ormai la famiglia Ewell si era sfogata. Tom fu deportato in un carcere di massima sicurezza e fu ucciso da una guardia mentre tentava la fuga.
La scuola ricominciò, Jem andava alla scuola superiore mentre Scout aveva ancora dei battibecchi con la maestra. La classe di Scout organizzò una recita che consisteva in una sfilata di ragazzi travestiti da un prodotto tipico di Maycomb a Scout toccò il prosciutto. Mentre tornavano a casa, Jem e Scout, furono aggrediti da un persona che ruppe il braccio a Jem e provò a strangolare Scout, furono salvati dal Sig. Radley: un vicino di casa. La mattina seguente lo sceriffo trovò Bob Ewell sul luogo dove furono attaccati i bambini con un coltello piantato nello stomaco; probabilmente fu il Sig. Radley ad ucciderlo accidentalmente. Arrivò il dottore e ingessò il braccio di Jem. Jem e Scout andarono a letto e Atticus probabilmente sarà ancora li domani mattina.

IL BUIO OLTRE LA SIEPE: PERSONAGGI 

Personaggi principali:

  • ATTICUS: è il personaggio principale della seconda parte, quella del processo, padre affettuoso e ottima persona. E' gentile, generoso, comprensivo e magnanimo con tutte le persone anche con quelle che gli hanno sputato in faccia; cambia il suo carattere quando ci sono in mezzo i suoi figli.
  • JEREMY: è il primogenito di Atticus, frequenta la quinta elementare è molto protettivo nei confronti di sua sorella e la difende anche contro Bob Ewell che alla fine del romanzo tenta di uccidere i due ragazzi indifesi.   
  • JEAN LOUISE: è la sorella minore di Jem e ha circa cinque anni in meni di lui. Durante il romanzo Scout matura molto: da maschiaccio a un brava ed educata signorina grazie alla zia Alexandra e Sig. Moudi. Lei durante l'aggressione di Bob Ewell non ha riportato ferite grazie all'aiuto Sig. Radley.