Chanson de Roland

Appunto inviato da arictua
/5

Riassunto e caratteristiche principali dei protagonisti della Chanson de Roland (0 pagine formato doc)

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI PROTAGONISTI DELLA CHANSON DE ROLAND CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI PROTAGONISTI DELLA CHANSON DE ROLAND Il poeta ha saputo disegnare alcune figure indimenticabili.
Ogni personaggio ha una sua fisionomia e individualit?CARLO MAGNOE' una figura leggendaria che giudica gli uomini dal loro coraggio. E' un cristiano ispirato da Dio: si vede dai suoi sogni premonitori, dalle visioni angeliche, dalle richieste divine accordate, come quando desidera che il sole non tramonti per sconfiggere i Saraceni. ORLANDOE' un prode dalla forza prodigiosa.Disprezza la morte e sparge il sangue quasi con allegria.E' il difensore di Carlo Magno. Incarna l'ideale dello spirito del Medioevo cristiano, di fronte alla morte la sua unica preoccupazione ?uella dell'onore: preferisce la morte alla sconfitta.Rifiuta di suonare il corno perch?i fida del suo valore ma soprattutto perch?oralmente non pu?iamare Carlo Magno.Cos?ome Orlando, anche i Francesi devono mostrarsi degni dell'omaggio che ha reso loro Gano, designandoli per la morte, morranno, infatti, senza protestare.Solo quando il dovere ?tato compiuto, Orlando si decider? suonare il corno.
Orlando pu?rire con la serenit?el vincitore, con la pace del cristiano, purificato dalla prova; solo cos?assumer?ienamente il carattere dell'eroe epico.La morte di Orlando ?l momento pi?to del poema: l'eroe, dopo aver superato se stesso, spogliandosi d'ogni elemento mondano, dell'orgoglio, dell'egoismo e delle sue stesse virt?lliche, muore da santo, da martire, imitando il Cristo nella sua suprema obbedienza al Padre.In questo processo Orlando ritrova la sua dimensione umana e nelle ultime parole, scambiate con Oliviero, l'amicizia supera il compagnonnage (corporazione) militare GANO Gano non ?resentato come un codardo, ma come un fiero guerriero.Se fosse proposto diversamente, il poema sarebbe un volgare tradimento anzich?l conflitto drammatico di un uomo offeso nell'orgoglio che si vede proposto a Carlo Magno e accettato, dopo che Orlando, Oliviero e Turpino sono stati rifiutati dall'imperatore perch?roppo preziosi.Gano ?resentato come un cavaliere nobile, stimato per la sua saggezza e per il valore: Ha un'attenzione particolare per gli affetti familiari e tenerezza per il figlio giovinetto che teme di non rivedere. Sono tutti elementi che gli conferiscono una fisionomia umana.Non viene mai meno alla devozione che ha nei confronti di Carlo Magno e ne difende l'immagine, rivolgendo la sua rabbia esclusivamente contro Orlando.Di fronte a Marsilio e alla sua corte si comporta fieramente, sfidando la sua collera per ben tre volte con la spada in pugno.Gano nel processo che gli sar?atto, sosterr?i non essere colpevole di tradimento, ma di avere soltanto perseguito una vendetta personale contro Orlando.I SARACENI Sono politeisti ed idolatri, si attribuiscono loro stravaganti concezioni teologiche che vanno dall'adorazione di Maometto alla venerazione di dei olimpici, naturalmente demonizzati.Lo stesso Giove