Vita di Galileo: trama

Appunto inviato da angelvoice
/5

riassunto della trama di Vita di Galileo di Bertolt Brecht (4 pagine formato doc)

VITA DI GALILEO TRAMA - Siamo nel 1906 a Padova e Galileo viene presentato nei primi capitoli come un uomo qualsiasi, bisognoso di servizi e intento a superare i problemi di tutti i giorni insieme alla governante di casa e il suo figlioletto Andrea.
Galileo quindi presenta il cannocchiale ( già noto in olanda) al porto di Venezia nel quale lui varia soltanto piccoli dettagli ed esclusivamente  per scopi finanziari e grazie a questo strumento fece importanti scoperte come quella che la luna non brilla di propria luce ma riflette quella del sole.
Successivamente Sagredo, un suo amico matematico,  si accorge del rischio che Galileo corre a pronunciare le sue idee così contrarie ai vecchi principi Aristotelici, ma egli non lo ascolta e decise di trasferirsi nella corte medicea a Firenze dove poteva esercitare liberamente la sua professione.


Intanto arriva la peste di Firenze , che mette in pericolo la sua vita e quella dei suoi cari, non riesce a fermare Galileo nelle sue ricerche.


Leggi anche Vita di Galielo di Bertolt Brecht: riassunto

VITA DI GALILEO BERTOLT BRECHT RECENSIONE - Galileo contro la Chiesa dove riesce abilmente a restare neutro sul discorso ma sottolineando chiaramente le tesi di Galileo e le smentite della Chiesa che erano basate su semplici dogmi e non fatti reali che si potevano osservare con lo stesso cannocchiale; si raggiunsero degli accordi e vennero posti dei limiti e delle condizioni che durarono solo pochi anni perché lo scienziato andò avanti nelle sue ricerche principalmente astrologiche come le macchie solari.

Leggi anche Vita di Galielo: analisi

BERTOLT BRECHT VITA DI GALILEO ANALISI - Nella 9a e 10a scena si da un taglio storico netto e si passa direttamente al 1632 in un piazza dove, sotto forma di spettacolo,  viene messa in ridicolo la figura di Galileo che non può confrontarsi con la Chiesa che allora era appoggiata da gran parte dei cittadini che, essendo fedeli, erano convinti dell'assoluta verità delle Sacre Scritture e conseguentemente della teoria eliocentrica. Leggi anche Vita di Galileo: recensione