Relazione sul film Arrivederci ragazzi di Louis Malle

Appunto inviato da michela1988
/5

relazione su film arrivederci ragazzi. Augore, personaggi, luogni, trama e commento (4 pagine formato doc)

Relazione sul film Arrivederci ragazzi di Louis Malle - AUTORE: Louis Malle è un regista cinematografico francese nato a Thumeries nel 1932.
A Parigi produsse "Arrivederci ragazzi" (1987). E' ancora vivo.

ANNO DI STAMPA: “1995”.

LUOGO DI STAMPA: “Tipografia Torinese Grugliasco (TO)”.

CASA EDITRICE
: “Archimede”.

GENERE LETTERARIO: “Romanzo storico”.

PERSONAGGI
- Julien Quentin: è un ragazzo dodicenne, figlio di un imprenditore. È molto legato alla madre e a Padre Jean nel quale ritrova la figura del padre di solito assente per motivi di lavoro ed è per questo che nasce in Julien l'idea di diventare frate.
Jean Kippelstein: conosciuto nel romanzo come Jean Bonnet; è un ragazzo ebreo, molto amico di Julien. È molto riservato e intelligente ed è ospitato nel convento sotto la protezione di Padre Jean il quale lo nasconde dai tedeschi.

Arrivederci ragazzi: Relazione libro

Padre Jean: è il rettore del collegio, l'unico adulto che sembra consapevole della tragedia incombente e che agisce in nome dell'amore e della giustizia aiutando un gruppo di ragazzi ebrei. Joseph: è il garzone, responsabile dei piccoli traffici nel collegio, autore del tradimento, che porterà i ragazzi ebrei nei lager; rappresenta tutti coloro che nei regimi totalitari si schierano dalla parte del più forte contro le vittime, per compensare le proprie frustrazioni e per fare un po' di soldi con il mercato nero.

Approfondisci con la scheda libro Arrivederci ragazzi


LUOGHI - Il romanzo è ambientato in Francia,nel 43/44, negli anni dell'occupazione nazista. La vicenda si svolge all'interno di un collegio : è uno spazio circoscritto, che dovrebbe proteggere i figli dei benestanti dalle minacce della guerra. La guerra è lontana,ma se ne avvertono i segni nella scarsezza dei viveri, si sente tramite il suono d'allarme per i bombardamenti. Lo spazio esterno del collegio è rappresentato dalle vie del paese, dai bagni pubblici, dalla sala del ristorante. In ognuno di questi spazi si leggono i segni inquietanti del razzismo. Un altro ambiente descritto nel libro è il bosco, dove i ragazzi si perdono durante un gioco per trovare poi l'amicizia.

TRAMA DEL LIBRO - Il libro narra di un dodicenne di nome Julien Quentin mandato a Fontainebleau, in un collegio di Gesuiti, per essere protetto dai pericoli della guerra. E' l'inverno del 1943/44. L'Europa è lacerata dalla II Guerra Mondiale. Un giorno arrivano tre ragazzi, uno dei quali, Jean Bonnet, attira la curiosità di Julien. Curiosità e diffidenza verso i nuovi arrivati si manifestano tramite scherzi, dispetti, insulti, da parte dei giovani del collegio, ma nonostante tutto Bonnet è piuttosto riservato e non fa caso alle baggianate fatte dai compagni. È questo atteggiamento, il suo talento e la sua competenza nel suonare il pianoforte con scioltezza che attira l'attenzione di Julien che si presenta inizialmente con atti di gelosia.