Charles Baudelaire e Oscar Wilde: vita

Appunto inviato da Cix184
/5

Breve riassunto della vita di Charles Baudelaire e di Oscar Wilde (2 pagine formato doc)

CHARLES BAUDELAIRE E OSCAR WILDE: VITA

Baudelaire.

E’ il massimo rappresentante del Decadentismo, è nato nl 1824 a Parigi . Ha avuto un’infanzia molto difficile , il padre gli morì che lui aveva 6 anni , la madre si risposa , lui viene mandato in collegio : è ribelle e odia il patrinio . Nel 1844 viene costretto ad imbarcarsi per le indie ma sia mmala e torna a Parigi , frequenta locali malfamati , perde tutta l’eredità del padre , diventa povero , inizia a frequentare circoli letterari e scrive opere in poesia e in prosa .
La sua raccolta più importante fu “I fiori del male” che venne sequestrata per oscenità e lui fu processato . Muore a 46 anni . “I fiori del male” è un ossimoro che rappresenta la bellezza , la purezzama allo stesso tempo il vizio .
Baudelaire vede tutto sotto due aspetti : il bene e il male . A d esempio , la cottà la vede come una minaccia ma ne è anche affascinato .
La natura non è più benevola , non è complice , non è collegata all’uomo quindi è negativa . E’ un personaggio tormentato , vive il parnassianesimo , ha la concezione della “poesia perfetta” , è un poeta moderno perché utilizza molto i contrasti .
L’intellettuale è in crisi , non è più maestro , vive in un periodo di crisi , di mutamento , c’è una società di massa e la borghesia non è più trainante.

Il ritratto di Dorian Gray: recensione libro

BAUDELAIRE E IL ROMANTICISMO

Tormento ed inquietudine : Baudelaire è un personaggio tormentato
Il Parnassialesimo si aggancia al concetto di poesia perfetta
Baudelaire è considerato un poeta moderno perché inizia con lui la poesia moderna , tutti i poeti moderni prendono spunto da lui . Ci sono aspetti contrastanti , non c’è niente di certo .
L’intellettuale del 900 in Europa è in crisi , non ha più un ruolo nella società . La modernità di Baudelaire è questo , si sente sradicato e non ha più valori , infatti dice di vivere in un’età di crisi , c’è industrializzazione , nasce il concetto di società di massa , la borghesia non è più trainante . L’intellettuale non è più una guida come nel Romanticismo , c’è distacco e disprezzo per la realtà in cui vivevano.

OSCAR WILDE VITA

Oscar Wilde. Soprattutto la poesia è il genere più utilizzato ma non solo , ci sono anche autori che scrivono romanzi . Nella realtà inglese ricordiamo Oscar Wilde che nasce in Irlanda e vive nella II metà dell’800 . In Oscar Wilde si riassumono tutte le caratteristiche del Dandy e grazie alla sua eleganza ed eccentricità conquista Londra . Lui si separa dalla moglie perché scoperto con un uomo (un giovane lord inglese) e Wilde fu condannato ai lavori forzati per 2 anni , poi si trasferisce in Francia e non tornerà mai più i Inghilterra . I suoi criteri sono la bellezza e il piacere . L’opera per cui lui diventa famoso ed è famoso è “Il ritratto di Dorian Gray” messo all’indice dei libri proibiti . Il libro è autobiografico viene considerato immorale . Il ritratto porta su di sé le conseguenze della sua vita viziata e della sua vecchiaia.