Canne al vento: trama e personaggi

Appunto inviato da milanesinadoc
/5

Trama, capitolo per capitolo, e personaggi principali del romanzo Canne al vento di Grazia Deledda (3 pagine formato doc)

CANNE AL VENTO: TRAMA

Canne al vento di Grazia Deledda.

Capitolo 1 di Canne al vento di Deledda. Efix è il servo delle dame Pintor Noemi, Ester e Ruth.
Sta lavorando, come ormai ogni sera da più di vent’anni, al poveretto posseduto dalle tre dame quando si accorge che è ormai ora di smettere per quel giorno e si ritira nella capanna che sembra fungergli da abitazione. Ad un tratto arriva Zuannantò, un giovanetto che gli comunica che le padrone vogliono che la mattina seguente vada in paese perché devono parlargli di una questione urgente: una lettera è arrivata e si pensa possa essere di Giacinto, figlio di Lia, la quarta sorella scappata di casa anni addietro che ha portato Don Zame, il padre violento che rinchiudeva le figli in casa come suore, alla morte.
Capitolo 2
Efix parte all’alba del giorno dopo e giunge alla residenza delle tre padrone.
Insieme leggono la lettere e scoprono che il loro presentimento è diventato un dato di fatto: il nipote giungerà lì entro pochi giorni. Donna Ester è favorevole ad ospitarlo, Donna Noemi no e Donna Ruth pensa che, una volta ospitato, se si sarebbe comportato male avrebbero sempre potuto cacciarlo via; Efix si prende quest’incarico. Le tre ritornano alle loro mansioni; successivamente il servo scambia due parole con ognuna, rassicurandosi sulla decisione presa.
Efix sembra aver molto a cuore la venuta del giovane e così, per fargli buona impressione, decide di andare a comprarsi una berretta nuova. Sulla strada si sofferma a casa dell’usuraia Kallina per farsi prestare un altro scudo che si aggiunge agli otto che gli deve di già. Al negozio si sofferma a parlare con la suocera del proprietario, donna non nobile ma amica di Donna Ruth.

Canne al vento: trama e commento

CANNE AL VENTO: TRAMA BREVE

Capitolo 3
Quando Giacinto giunge a destinazione, solamente a maggio, Ruth e Ester sono alla festa di Nostra Signora del Rimedio mentre Noemi è a casa da sola a rimuginare sul passato e sui ricordi della sorella Lia e del padre, accompagnata solamente per un breve lasso di tempo dalla compagnia della vecchia Pottoi. Ella accoglie il nuovo arrivato, altro e pallido che pareva un operaio, come un’esemplare padrona di casa: lo fa accomodare, gli prepara un pasto e chiacchiera con lui, allietata dalla notizia annunciatagli dal ragazzo che si sarebbe presto recato a Nuoro per domandare lavoro in un mulino.
Capitolo 4
Donna Ester e Donna Ruth si trovano nel cortile di Nostra Signora del Rimedio a festeggiare assieme agli altri abitanti del paese quando vedono arrivare Giacinto, che si era soffermato con Efix. Il servo gli ha illustrato il poderetto che deve lavorare e la sua povera vita, offrendo al ragazzo una cena e del vino.
Giacinto è accolto dalla dame del paese, a differenza che da Noemi, con affetto e calore e finalmente si sente a casa: tutti insieme cominciano a ballare e ognuno, dal prete e Grixenda, una ragazza del paese, non può far a meno di notare la bellezza del giovane.