Dolce Stil Novo: riassunto breve

Appunto inviato da formiu
/5

Il Dolce Stil Novo è la denominazione ricavata dal 24° canto del Purgatorio della Divina Commedia di Dante Alighieri. Riassunto breve e semplice sul significato del dolce stil novo (1 pagine formato doc)

DOLCE STIL NOVO: RIASSUNTO BREVE

Il «Dolce Stil Novo».

Dolce Stil Novo” è la denominazione ricavata dal 24° canto del Purgatorio di una nuova poetica letteraria che sorse per prima a Bologna, poiché proprio qui nacquero inizialmente le prime università, ma ebbe la sua massima fioritura a Firenze. Il fondatore fu il bolognese Guido Guinizzelli, mentre i suoi successori furono tutti toscani: Guido Cavalcanti, Lapo Gianni Cino da Pistoia e il più grande Dante Alighieri.
Guinizzelli definito dallo stesso Dante come proprio maestro, fu il primo, infatti, ad identificare l’amore con la gentilezza e specialmente con la nobiltà d’animo.
È inoltre il primo ad equiparare la donna ad una figura angelica. A lui appartiene il manifesto di questa nuova tendenza letteraria: “Al cor gentile rempaira sempre amore” nel quale fa uso del famoso stile delle rime «dolci e leggiadre», quindi uno stile limpido e chiaro in contrapposizione con quello guittoniano dell’amore cortese.

Dolce Stil Novo: poesie sulle donne

DOLCE STIL NOVO: RIASSUNTO SEMPLICE

Per gli stilnovisti l’amore non si basa più sul semplice corteggiamento esteriore; la donna diventa una forma di tramite fra Dio e l’uomo tanto da rappresentare la sua salvezza spirituale per quest’ultimo. Il rapporto quasi feudale fra l’uomo e la donna è sostituito con una visione più spiritualizzata della donna. Il tema principale è l’identificazione fra «amore» e «gentilezza» intesa come nobiltà d’animo e definita da Dante «altezza d’ingegno». Il saper amare finemente, inteso come saper poetare, è indizio di una superiore nobiltà d’animo. Quest’ultima non deriva però dai natali o a titolo ereditario ma è una qualità di natura. Non troviamo la realtà cittadina come quella descritta da Guittone ma una nuova nella quale il fine dell’uomo non sarà quello di appartenere ad una posizione sociale elevata ma sarà una sua elevazione spirituale.

Dolce stil novo: temi e caratteristiche

STILNOVO: RIASSUNTO BREVE

Guido Cavalcanti rappresenta la personalità più rivelante del gruppo degli stilnovisti. Fiorentino, egli come Dante fu esiliato dopo varie lotte politiche del Comune, è descritto immerso nella meditazione filosofica e con un carattere eletto. La sua canzone manifesto è “Donna me prega”, dalla quale deriva la sua concezione dell’amore, mediante un linguaggio oscuro, come passione che esclude ogni controllo razionale. Quindi una rappresentazione cupa dell’amore, che rappresenta una forza devastante che porta solo alla paura ed al dolore. Il tutto è rappresentato da un mondo del tutto astratto e irreale senza alcuna concretezza che quindi costituisce l’interiorità stessa dell’anima. 

Guido io vorrei che tu lapo ed io parafrasi

Guido io vorrei che tu lapo ed io commento