Le Cosmicomiche RELAZIONE e ANALISI

Appunto inviato da lucaciccio90
/5

Relazione e Analisi del libro "le cosmicomiche di Italo Calvino" Contiene: trama del libro (tutte e 12 le storie); analisi del personaggio principale, e di altri elementi testuali; commento personale. (2 pagine formato doc)

Untitled Relazione sul libro Luca Saltalamacchia II°B Le Cosmicomiche “Le Cosmicomiche” è una delle opere più conosciute di Italo Calvino.
Questo libro ha una sua caratteristica molto particolare: infatti non narra una sola storia, ma bensì 12 storie diverse tra loro che hanno in comune solo il narratore e il fatto che parlano tutte di argomenti cosmici e spaziali. Il narratore comune si chiama “Qfwfq” e tutte le storie raccontate vedono lui come protagonista. Ognuna di queste storie cerca di spiegare alcuni misteri della vita e alcuni problemi esistenziali dello spazio e degli essere viventi. La prima favola è “La distanza della luna” e comincia dicendo che secondo Darwin prima la Luna era molto vicina alla Terra, poi con le maree si è allontanata.
Qfwfq invece racconta che una volta, siccome la luna era molto vicina, ci si poteva salire sopra e, il più abile a farlo, era suo cugino il sordo. Qfwfq era molto innamorato della moglie del comandante, la signora Vhd Vhd, che però, essendo innamorata del sordo, salì sulla luna per un'intera orbita per poter stare con il suo innamorato. Il sordo invece era sceso, e al suo posto era venuto suo cugino. Passata l'intera orbita tutti notarono che la luna si stava allontanando sempre di più dalla Terra, così Qfwfq scese, ma la signora Vhd Vhd rimase sul satellite perché sapeva che era la cosa preferita del cugino sordo. “Sul far del giorno”: è introdotta da Kuiper che dice che i pianeti cominciarono a solidificarsi grazie alla condensazione della nebulosa e più tardi il sole, si sforzò così tanto da riuscire a scaldarsi e a emettere radiazioni. Qfwfq racconta che quando era bambino tutto era buio pesto e che si viveva sulla nebule. Ma un giorno suo padre si accorse che la materia stava solidificando e infatti, in quel momento, arrivò una vibrazione fortissima e comparve la luce, e con lei anche il calore. Poi tornò il buio, ma era solo uno dei primi giri dell'orbita terrestre. “Un segno nello Spazio”: il sole impiega 200 milioni di anni a compiere una rivoluzione completa della galassia. Qfwfq un giorno fece un segno nell'universo, per poterlo trovare 200 milioni di anni dopo. Ma passati alcuni milioni di anni si accorse che c'erano moltissimi altri segni, ed altri erano stati cancellati. Così lui non seppe mai quale fosse il suo. “Tutto in un punto”: secondo Hubble circa 15 o 20 miliardi di anni fa l'universo era concentrato in un solo punto. All'inizio di tutto, Qfwfq si trovava in un punto insieme alle altre persone, ma lui si era innamorato della signora Ph(i)Nko. Ma tutto a un tratto quel punto che conteneva tutti s'espanse, e catapultò tutti ai quattro angoli dell'universo. “Senza colori”: prima che si formasse l'atmosfera, la Terra era come la Luna, una palla grigia e senza colori. Un giorno Qfwfq girovagava per la Terra in bianco e nero, e incontrò Ayl, una bellissima ragazza a cui piaceva la monotonia che aveva la