Età della ragione

Appunto inviato da disorderdivision
/5

riassunto del contesto storico-politico e culturale del Settecento, descrizione dell'Arcadia, vita e opere di Pietro Metastasio e Giambattista Vico (2 pagine formato doc)

Età della ragione - L’età della ragione.

Secolo di profonda e generale trasformazione il Settecento segna la fine dei modelli politici e culturali tradizionali. Dal punto di vista politico si apre con il dominio incontrastato del massimo sovrano assoluto (Luigi XIV di Francia, il Re Sole) e si chiude sulle prime vittorie di Napoleone Bonaparte che diffondono in tutta Europa i principi della Rivoluzione Francese (1789) ovvero libertà, uguaglianza e fraternità, sui quali si fondano oggi le costituzioni degli stati del mondo occidentale. Ma l’egemonia francese dovrà presto cedere il passo al predominio dell’Inghilterra che darà infatti avvio a quel processo di trasformazione globale e radicale della sfera economica e sociale che va sotto il nome di Rivoluzione Industriale.

Leggi anche Età della ragione e Arcadia: contesto storico e situazione italiana

Il metodo d’indagine scientifico-matematico derivato dalle scienze naturali è nel Settecento applicato a tutto lo scibile.
Nessun settore dell’esperienza umana sfugge al vaglio critico della ragione che si sostituisce come criterio superiore di verifica intellettuale e principio di azione, alla rivelazione cristiana ed alla sua interpretazione dogmatica. L’indagine intellettuale si ispira a due modelli fondamentali: la ragione e la natura.

Leggi anche Riassunto schematico su Sartre

Il Settecento è il secolo in cui nasce il concetto di progresso in cui i filosofi reclamano il diritto di governare il mondo. Filosofo diviene chiunque rifletta criticamente sulla propria esperienza agendo nel presente per un futuro migliore. Si afferma in modo sempre piu marcato nel corso del secolo un ideale cosmopolitico che è rappresentato dalla scuola giusnaturalistica (di diritto naturale) che mira all’individuazione dei bisogni e dei diritti fondamentali dell’uomo, a qualunque paese, cultura o ceto appartenga. È in questo secolo che la dottrina politica elabora il conetto dei diritti del cittadino di uno stato.

Leggi anche Descrizione dell'Illuminismo e neoclassicismo

Sul piano politico-militare il Settecento appare uno dei secoli piu ricchi di avvenimenti della storia occidentale. Apertosi su un’Europa dominata dal Re Sole, massima estrinsecazione del modello dello stato monarchico assoluto, esso vede a meta del secolo la sostanziale limitazione della supremazia francese ad opera degli inglesi. Sono poste le fondamenta di quell’impero coloniale su cui l’Inghilterra baserà il suo predominio internazionale destinato a durare fino alla seconda guerra mondiale. Il dinamismo e l’efficienza organizzativa dei coloni inglesi è alla base della nascita degli Stati Uniti d’America.