Letteratura italiana del 900: riassunto

Appunto inviato da baccialberto
/5

autori della letteratura italiana del periodo che va dal 1850 al 1900 con le arie correnti letterarie del periodo. Riassunto su D'Annunzio, Ungaretti, Joyce, Saba, Montale, Pascoli, Pirandello, Kafka, Verga, Svevo e Quasimodo (21 pagine formato pdf)

LETTERATURA ITALIANA DEL 900 RIASSUNTO

Gabriele d’Annunzio.

Vita: Nasce a Pescara ne l 1863 da una famiglia borghese. Durante gli studi liceali nel collegio di Prato pubblica una prima raccolta in versi chiamata “Primo vere”. Dal 1881 vive a Roma, dove frequenta l’Università senza però laurearsi; frequenta il bel mondo della capitale e collabora con riviste e periodici facendo il giornalista. Nel 1889 pubblica il suo primo romanzo, “Il Piacere” e nel 1895 esce il romanzo “il trionfo della morte” approfondendo il suo disprezzo per il mondo borghese, grezzo e affarista.
Inseguito si trasferisce a Pisa dove scrive le prime opere teatrali e le “Laudi ” in versi che comprende anche Alcyone. Nel 1915 ritorna in Italia per arruolarsi come volontario al combattimento della prima guerra mondiale. In un’incursione aerea perde un occhio e durante la degenza in ospedale compone il romanzo “Notturno”. Nel 1919, deluso dal trattato di pace, occupa la città istriana di Fiume, dove istituisce uno Stato di cui si proclama dittatore, ma durò solamente un anno. Muore nel 1938.

Riassunto della letteratura italiana del novecento


RIASSUNTO LETTERATURA ITALIANA DEL NOVECENTO

Poetica: Si può considerare un Esteta coltivato da scrittori francesi e inglesi come Oscar Wilde, per lui l’unico valore autentico è la bellezza “fare la propria vita come si fa un opera d’arte”; per un esteta il bello è unico e gli da la sensazione di assoluto. All’estetismo si collegano anche il Panismo che si trova trionfante in Alcyone e costituisce la gioia sublime di sentirsi tutt’uno con la natura cioè la capacità di trasformarsi dall’uomo al naturale e viceversa e; il Vitalismo che è l’amore per l’azione, per lo slancio e per alcuni aspetti anche alla modernità che moltiplica la possibilità d’azione dell’uomo. Si può considerare anche un Superuomo/esteta perché idealizza un personaggio capace di utilizzare abilmente la parola per orientare le masse anche in senso politico facendo una vita inimitabile. Nella raccolta di Alcyone si ritrova anche il Decadentismo, cioè quella corrente letteraria che ame le debolezze e le nevrosi distaccandosi dalla società e mettendo in piano la soggettività.

Letteratura italiana del novecento: riassunto


RIASSUNTO STORIA DELLA LETTERATURA ITALIANA

Stile: Nel linguaggio poetico usa molti termini colti tratti dal linguaggio letterario e fa numerose citazioni dei poeti del passato; la semplicità è del tutto assente in lui. Nella sua raccolta di liriche (Alcyone) raggiunge una musicalità sottile e sfumata, ricca di suggestioni e fortemente allusiva e sembra quasi che il poeta non interessi esprimere un messaggio o un contenuto preciso perché le parole appaiono scelte essenzialmente per i loro valori fonici. Nel romanzo il Piacere incontriamo spesso il discorso indiretto libero, utilizzato per mettere in risalto il pensiero del personaggio nello svolgimento della vicenda.

Breve storia della letteratura italiana del 900: riassunto


LETTERATURA ITALIANA 800-900: RIASSUNTO

Opere: ALCYONE (1903) : è il terzo dei sette libri delle Laudi e vuole celebrare l’estate e il suo valore simbolico, l’estate per il poeta corrisponde al periodo più rigoglioso della vita di un uomo e all’energia dell’ispirazione artistica e rappresenta la capacità di entrare in contatto diretto con la natura, di ascoltare la sua voce, di vivere le sue misteriose leggi fino ad raggiungere la chiave dei suoi segreti.