Opere di Goldoni

Appunto inviato da dolcebiondina
/5

sintetico ed esauriente resoconto delle tre commedie più celebri del Goldoni (4 pagine formato doc)

LA BOTTEGA DEL CAFFé LA BOTTEGA DEL CAFFé TRAMA La vicenda si svolge in una piazzetta di Venezia con tre botteghe: quella al centro è la bottega del caffè di proprietà del signor Ridolfo, quella di fronte è il parrucchiere e barbiere, quella alla sinistra ad uso di gioco.
Inoltre sopra alle tre botteghe si possono scorgere tre stanzini, con vista sulla strada principale, usati per le bische. La bottega del caffè è il luogo dove la gente entra ordinando un café e si ritrova a parlar dei fatti altrui. PERSONAGGI RIDOLFO: Caffettiere di professione. Egli è un brav' uomo e cerca di esser d' aiuto a tutti ma in particolar modo a Eugenio, amico di famiglia.
Ridolfo lo aiuterà a non cadere nelle mani degli usurai. DON MARZIO: gentiluomo napoletano. Egli è ben visto in Venezia, sebbene lui non fosse mai stato capace di tacere e non impicciarsi degli affari altrui. Una volta scoperto il suo essere imbroglione, è costretto a abbandonare la città, pentendosene amaramente. EUGENIO: mercante di professione. Egli è un giocatore accanito che grazie all' aiuto di Ridolfo riuscirà a perdere il suo vizio. FLAMINIO: vero nome del Conte Leandro. Egli fugge a Venezia lasciando la moglie sola a Torino. Nella vicenda si presenta come un donnaiolo. VITTORIA: moglie di Eugenio. Delusa dal marito, vuole lasciarlo e tornare nella casa paterna. PLACIDA: moglie di Flaminio, in ambito di pellegrina in cerca del marito. LISAURA: ballerina adescata dal conte Leandro. PANDOLFO: biscazziere che vive sulle perdite degli altri. TRAPPOLA: garzone di Ridolfo. Giovane con l' abitudine di far la spia. PERSONAGGIO POSITIV0 Il personaggio positivo di maggior rilevanza è, certamente, Rinaldo che si presta a risolvere nel migliore dei modi le vicende in cui gli altri personaggi si imbrogliano. Egli cerca di aiutare Eugenio a risollevarsi economicamente, lasciandolo libero dal gioco e aiutandolo a ritornare con la moglie Vittoria. Il brav' uomo riesce, anche, a far conciliare Flaminio e Placida riportando la serenità. Inoltre, egli, nonostante le continue insistenze di Don Marzio non aveva mai parlato di nessuno e non si era mai impicciato degli interessi altrui. VALORI MORALI EMERSI Nella vicenda sono emersi valori morali come la gentilezza e la bontà di Rinaldo ma anche i vizi legati al gioco degli altri personaggi. È anche emerso il carattere di Don Marzio, imbroglione e spione. Così una volta scoperto decide, pentito, di abbandonare Venezia. LA LOCANDIERA TRAMA Mirandolina è la proprietaria di una locanda, a Firenze, ereditata dal padre. Ogni uomo ricco, borghese o servitore si innamora del suo fascino della sua schiettezza, della sua gentilezza ed ella si diverte a veder gli uomini che impazziscono e fanno follie per causa sua. La locandiera, però, alla fine della vicenda preferisce, alle ricchezze a lei offerte, un matrimonio sicuro con un giovane uomo del suo ceto. PERSONAGGI MIRANDOLINA: locandiera. Ella è una giovane donna capace di far innamorare qualunque uomo capiti nella sua l