Le opere importanti di Gabriele d'Annunzio

Appunto inviato da nicoletabivol
/5

riassunto delle opere e poesie più importanti di Gabriele d'Annunzio (5 pagine formato docx)

LE OPERE IMPORTANTI DI GABRIELE D'ANNUNZIO

Gabriele d’Annunzio.

Le poesie. Il progetto delle Laudi. Tra il 1893 e il 1899 D'Annunzio si limita alla scrittura del Canto novo e Intermezzo. Nel 1899 D'Annunzio riprende la scrittura di versi nel tentativo di dare corpo alle Laudi. Secondo il progetto dell'autore, le Laudi del cielo della terra del mare e degli eroi si sarebbero dovute articolare in sette parti corrispondenti a sette libri chiamati con il nome delle stelle più luminose delle Pleiadi: Maia, Elettra, Alcyone, Merope, Asterope, Taipete, Celeno.
Le ultime due tappe non furono tentate, Asterope fu realizzato in modo parziale nei Canti della guerra latina. Delle quattro compiute tre escono nel 1903 e Merope nel 1912.
Il tema unificante del ciclo è il viaggio avente come centro la Grecia del mito. L'ispirazione è ricavata sul piano biografico dal viaggio pellegrinaggio dell'autore nell'Ellade, sul piano culturale il tema del viaggio esprime l'esigenza di novità, ricerca, sperimentazione esistenziale e culturale. Questo viaggio può essere inteso come un labirinto, simboleggiando anche una religiosità paganeggiante centrata sul primato del corpo e del piacere.
L'importanza delle Laudi è data soprattutto dal valore artistico di Alcyone e dalla sperimentazione metrica attraverso il verso libero.

Breve riassunto della vita e opere di D'Annunzio


GABRIELE D'ANNUNZIO OPERE PIU' IMPORTANTI: MAIA

Maia fu composta nella primavera del 1903. Il sottotitolo recita Laus vitae (lode della vita): una lode alla vita eroicamente vissuta dal superuomo al quale è affidato il messaggio di una vita nuova in comunione con la natura ricollegandosi alle figure della storia e del mito. Il poema si apre con la celebrazione dell'eroe greco Ulisse, corrispettivo mitico del superuomo e con l'annuncio della resurrezione del dio pagano Pan simbolo di una vita cosmica e sensuale. Vengono descritti tre viaggi: uno nella Grecia Antica , luogo panico per eccellenza, uno nella Cappella Sistina e uno del deserto, dove il poeta ritrova se stesso, solo con gli elementi naturali. La conclusione è data dal Saluto al maestro Carducci e da un inno alla natura. È presente il tema del disprezzo aristocratico per la massa dalla quale il poeta-eroe deve sapersi innalzare, e l'adesione ai valori sociali ed economici della borghesia imprenditoriale. d'Annunzio afferma l'altezza della propria funzione sociale e la superiorità della propria esperienza privilegiata.

Gabriele d'Annunzio: riassunto vita e opere


D'ANNUNZIO OPERE PIU' IMPORTANTI: ELETTRA

Elettra, secondo libro delle Laudi, fu pubblicata alla fine del 1903 e raccoglie diciotto componimenti. Si succedono lunghi testi celebrativi dedicati all'impresa dei Mille e a figure illustri di eroi che costituiscono un esempio da riprendere e continuare, celebrano la gloria delle città italiane. Gli ultimi due testi affrontano il tema del lavoro e delle masse e presentano in forma esplicita un nazionalismo bellicoso e aggressivo.
-Merope, il quarto libro, lontano dal clima della prima ideazione, viene pubblicato nel 1912 e presenta dieci canzoni delle gesta d'oltremare celebrando l'impresa coloniale italiana il Libia . Viene esaltata la violenza e la sopraffazione  con toni razzistici, come anche nei Canti della guerra latina, pubblicati nel 1933, parte dell'Asterope.
In Merope e i Canti della guerra latina la vena poetica di d'Annunzio si inaridisce, coincidente con l'esordio, in Italia  dei poeti delle avanguardie.

 

Riassunto su Gabriele d'Annunzio