Relazione de Fuga nelle tenebre

Appunto inviato da tamasss
/5

relazione del romanzo Fuga nelle tenebre di Arthur Schnitzler (2 pagine formato pdf)

Relazione de Fuga nelle tenebre - Il romanzo Fuga nelle tenebre, scritto dall’autore austriaco Arthur Schnitzler nell’anno 1931 è un genere psicologico di introspezione, ovvero l’analisi di se stessi.

Quest’opera parla di un uomo, Robert, il quale dopo essersi allontanato per sei mesi dalla sua città su consiglio del suo medico preoccupato per la sua instabilità mentale e depressione, ritorna alle sue origini convinto di essere guarito.

Leggi anche Appunti su Schnitzler

Così non fu, e al contrario il protagonista vive un continuo regresso mentale sino ad arrivare all’uccidersi. Altri personaggi della storia sono suo fratello Otto, il quale è molto unito al protagonista e proprio nel cercare di salvarlo viene ucciso anche lui.
Personaggi secondari sono Paula, fidanzata di Robert e il dottor Leinbach, che ha consigliato al protagonista i sei mesi di vacanza.

Leggi anche Ricerca sull'opera Fraulein Else di Schnitzler

I temi della storia, come molti altri romanzi psicologici, sono primo fra tutti un mascheramento, tipico dei romanzi di Schnitzler, in virtù del quale gli uomini non si rendono conto degli aspetti più profondi della loro personalità, cercando appunto di mascherarsi e dimostrarsi come la società gli vuole. Un’altra tematica è la razionalizzazione, per la quale si cerca di attribuire spiegazioni logiche ai comportamenti all’infuori della volontà dell’essere. Anche l’angoscia assume un importante valore: il protagonista infatti è spesso colto da un malessere inesplicabile, a causa del quale l’individuo si estranea da tutto.