Riassunto capitolo 9 Promessi Sposi

Appunto inviato da 162530
/5

spiegazione capitolo 9 de I Promessi sposi di Alessandro Manzoni (0 pagine formato doc)

Riassunto capitolo 9 Promessi Sposi - Giunti a Monza, Renzo Agnese e Lucia, accompagnati da un barcaiolo e da un barocciaio, dopo una misera colazione, si separano: Renzo prosegue solo per Milano, mentre Agnese e Lucia bussano alla porta del convento di suore indicato dal frate a cui li ha presentati Fra Cristoforo.
Sono presentate non alla badessa, ma ad una suora, Suor Gertrude, che in convento gode di particolari privilegi, anche perché, figlia di grandi aristocratici, per eredità, conserva sul convento dei diritti feudali. E qui il Manzoni si ferma nella presentazione di questa strana suora che già attraverso il primo colloquio Con le due donne, evidenzia (mostra) atteggiamenti scontrosi accanto a gesti gentili ed affettuosi. 


Era figlia di un principe di origine spagnola, stanziatosi a Milano: molto ricco, ma interessato anche, secondo le consuetudini della società, a conservare intatta la proprietà all'erede maschio.
In conseguenza della legge nono scritta detta del maggiorasco, tutti i beni dovevano passare a questi: per gli altri figli non c'era che il convento, il sacerdozio. Gertrude fin dall'infanzia era stata destinata al convento e vi viene rinchiuda quando è ancora bambina. Qui tutte le suore collaborano a persuaderla della bontà di una scelta monacale; tutte la servono e la esaltano. 


Quando torna a casa prima di pronunciare i voti definitivi e manifesta la sua intenzione di non diventare monaca, trova tutto ostile: freddo, anzi gelido ed autoritario il padre, fredda la madre, tutti cospirano a renderle impossibile l'esistenza. Con ciò non giova che il suo assenso a tornare al convento e a farsi suora.