Henrik Ibsen: biografia e il poema drammatico

Appunto inviato da sofiadifilippo95
/5

Descrizione accurata della biografia, del poema drammatico, delle opere e della poetica di Henrik Ibsen, autore della "Casa di bambola" (4 pagine formato doc)

POEMA DRAMMATICO DI IBSEN

Henrik Ibsen.

Il dramma borghese va a fondere la tragedia e la commedia. Nasce nella metà dell’800 perché deve corrispondere alla borghesia che vuole un tipo di teatro che parli dei problemi del loro strato sociale del tempo. I media del tempo erano i giornali, le riviste e soprattutto i teatri.
Il dramma borghese riprende dalla tragedia la serietà delle cose e dalla commedia la vita quotidiana.
I temi sono i conflitti della vita quotidiana, il contrasto tra individuo e ambiente e l’ambiguità dei sentimenti. Con queste rappresentazioni la borghesia rivede i loro problemi con la famiglia e alle relazioni all’interno della società borghese e le loro ansie.

In Europa i teatri vengono gestiti da impresari che guadagnano dalla messa in scena e a loro è il compito di pagare attori e regista.
Il biglietto ovviamente è a pagamento

L’inventore del dramma borghese è Ibsen e per la prima volta fa emergere una drammaturgia nordica (Danimarca, Svezia, Norvegia) perché le loro commedie erano sconosciute.
Un altro autore è Strimberg.

Casa di bambola: commento, personaggi e riassunto

HENRIK IBSEN: BIOGRAFIA

Ibsen nasce nel 1828 in Norvegia, da una famiglia di commercianti e da sempre si dedica al teatro. Ha la carica di drammaturgo e direttore artistico di A Cristiana.
Dal 1851 al 1864 scrive per il teatro e inizia con i drammi storici dei paesi nordici.
Il primo è “I Pretendenti Della Corona”che attinge a vicende veramente accadute.

FASE POEMI TRAMMATICI: “Brand”(1865), Brand è un pastore protestante che vive la sua vita religiosa attenta e con austerità, tralascia gli affetti e la fede lo porta al fallimento.
“Pirgint”(1867), il protagonista è un folletto che vive in modo libero e coglie ogni occasione per vivere le sue avventure. Divide il testo in alcune stazioni. Il folletto poi si rende conto che questo percorso di vita non va bene e ritornerà poi dalla sua amate che aveva lasciato.

In queste due opere approfondisce la psicologia umana, ma non piacciono per le continue allusioni satiriche e decide di scrivere una nuova opera e da qui appunto nasce l’opera borghese che rappresenta la vera realtà così come è senza l’intromissione dell’autore e mettendo in luce questo problema scopre l’ipocrisia e la falsità tipica della società borghese. Nelle sue opere tratta di conflitti del personaggio e sono generati dal sottostare a convezioni sociali (regole morali) che regolavano la vita del tempo.
Ibsen denuncia quelle virtù borghesi come l’onore, la rispettabilità e come conseguenza viene fuori l’ipocrisia e la falsità.

Casa di bambola: scheda libro

HENRIK IBSEN: OPERE

FASE NATURALISTICA, DRAMMI BORGHESI NATURALISTICI:
-“Casa Di Bambola” (1879)
-“Spettri” (1881)
-“Colonne delle società”

Casa di bambola: analisi

IBSEN: CASA DI BAMBOLA

Casa Di Bambola (1879). Nora, borghese, vive per un po’ inconsapevole del proprio ruolo di moglie, figlia e bambola. Si ribellerà poi al padre e al marito.
Nora sposa un ricco borghese di nome Helmer, ma dopo pochi mesi dal matrimonio lui si ammala di Tisi, ma in Norvegia non è possibile curarlo e si deve trasferire in Italia dove il clima è più caldo, solo che non hanno soldi per alloggiare in Italia.
Nora riesce a chiedere un prestito da Krogstad, impiegato della stessa banca del marito, ma con un  incarico più basso e disprezzato.
Allora Nora fa credere a tutti che i soldi che ha preso venissero da suo padre, molto anziano e vicino alla morte, ma ella fu costretta da Krogstad a consegnargli un’obbligazione firmata da suo padre, che in realtà era già morto da alcuni giorni.
Guarito, il marito viene nominato direttore della banca e chiede alla moglie di non spendere troppo denaro … ma non sa che ella in realtà sta pagando faticosamente il debito e per di più Krogstad non si accontenta del denaro  e la ricatta chiedendo di far pressione al marito per farlo salire di grado.
Lei rifiuta e allora Krogstad rivela a Helmer ogni cosa e Nora pensa al suicidio.
Come previsto Helmer assale la moglie, disprezzando il sacrificio della moglie, che dal resto l’ha sempre trattata come una bambina, minacciandola persino di sottrarle i figli dei quali a suo parere non è degna.
Krogstad però si pente e restituisce l’obbligazione perché Helmer possa stracciarla immediatamente. Helmer ritrova la felicità e vuole rimettere tutto a posto, ma nel frattempo Nora annuncia la sua partenza , Helmer cerca di fermarla con ridicole frasi, ma essa non l’ascolta e va...

Casa di bambola: recensione

SPETTRI IBSEN

Spettri (1881). Amato da Antuan che lo rappresenta più volte a teatro.
Questo è un altro dramma scandalo.
La trama racconta della signora Alving, di famiglia borghese e dei drammi della famiglia legati alla sifilide. Il padre della signora muore e il marito, che ha una doppia vita muore anche lui. La signora Alving per salvaguardare la memoria del marito gli dedica un asilo che brucia prima dell’inaugurazione e assiste alla pazzia del figlio Osvald che si ammala pure lui e che in più è innamorato della figlia del padre (sorellastra). Questa cosa lo manda in crisi in una vita dissoluta dopo va incontro anche alla morte.
La Sinora mostra l’aspetto più onorevole della famiglia ed è costretta a prendere atto del fallimento della propria esistenza. Essa è  la vera protagonista dell’opera.

Casa di bambola: riassunto dell'Atto 1