Il romanzo: caratteristiche

Appunto inviato da doctorhack
/5

Riassunto sulle caratteristiche generali del romanzo storico, un genere moderno e borghese rivolto alle masse più ampie (1 pagine formato doc)

ROMANZO: CARATTERISTICHE

Il romanzo. Caratteri e diffusione del genere romanzesco in Europa; ritardo e difficoltà affermazione in Italia
L’800 è il secolo del romanzo, che è il genere-guida che condiziona gli altri.
Le sue caratteristiche:
1) È un genere antiletterario senza un modello precostituito
2) Nasce dalla mescolanza di stili
3) presuppone un patto narrativo con il lettore basato sulla rinuncia all’incredulità
4) Si sviluppa solo in presenza di un vasto pubblico dotato di sensibilità e cultura
E’ un genere di romanzo moderno e borghese rivolto a masse più ampie.
Caratteristiche che però non erano presenti in Italia, dove si sentiva il peso dei modelli tradizionali, l’alfabetizzazione era poco sviluppata, la borghesia era fragile e l’editoria era poco sviluppata.
In Europa e in America fiorirono dei sottogeneri: il romanzo storico, quello sociale e realistico, romanzo-confessione, quello fantastico e quello di formazione. In Italia è attivo solo il primo.
 

Romanzo nel 700: tipologie e caratteristiche

ROMANZO: CARATTERISTICHE GENERALI

Caratteri ed evoluzione del romanzo storico
Già diffuso nel 700.
In Italia all’inizio dell’800 appaiono romanzi ambientati nel passato, ma senza la caratteristica principale del romanzo storico. Essa si trova solo nell’inglese Scott e in Manzoni, e consiste nel far derivare il modo di agire degli uomini dalle caratteristiche della loro epoca. Quindi la storia diventa protagonista e determina il comportamento dei personaggi.
Il problema che il romanzo storico pone è quello del rapporto fra storia e invenzione. Per esempio, i personaggi potevano essere tutti storicamente reali e tuttavia, per necessità, l’autore doveva ricorrere all’immaginazione. Oppure potevano essere inventati ma collocati in vicende storicamente accertate. In genere quelli delle classi più elevate sono storici, mentre quelli delle classi più basse sono inventati. (Manzoni inverte questa situazione). In ogni caso la rappresentazione deve essere verosimile.
 

Il romanzo come genere letterario: riassunto

IL ROMANZO STORICO

l romanzo storico si afferma in età romantica perché in questo periodo c’è una particolare attenzione per la storia e per la nascita dello spirito nazionale di un popolo.
La fortuna del r.s. in Italia comincia con la pubblicazione dei Promessi Sposi di Manzoni ma nel 1840 comincerà a trasformarsi, grazie all’esempio di Confessioni di un italiano di Nievo, in romanzo storico della contemporaneità, che rappresenta avvenimenti che vanno dalla seconda metà del 700 fino al momento in cui scrive l’autore, metà dell’800. Tale trasformazione appare evidente anche nel romanzo verista e postverista: Mastro don Gesualdo di Verga, I vecchi e i giovani di Pirandello.
 

La storia del romanzo: riassunto e caratteristiche

IL ROMANZO: RIASSUNTO

Il romanzo italiano dopo Manzoni, Niccolò Tommaseo
I Promessi sposi portarono alla diffusione del romanzo storico in Italia. Vennero scritti vari romanzi con intento civile unito a quello patetico. L’ideale di una letteratura educativa e “popolare” conduce così a qualcosa di simile al feuilleton, cioè al romanzo d’appendice diffuso in Francia.
Successivamente il romanzo storico dà segni di stanchezza e si affermano i sottogeneri come il romanzo e la novella campagnola, che cercano di unire la lezione manzoniana a un nuovo realismo contemporaneo. Poi con Nevio nasce il romanzo storico della contemporaneità.