Giovanni Boccaccio: biografia e Nastagio degli Onesti

Appunto inviato da ugo93thebest
/5

Riassunto breve della vita di Giovanni Boccaccio e trama della novella Nastagio degli Onesti (2 pagine formato docx)

GIOVANNI BOCCACCIO: BIOGRAFIA BREVE

Boccaccio.
Boccaccio nasce nel 1313 a Certaldo, vicino Firenze e muore nel 1375. Si trasferisce a Napoli con il padre mercante presso i d’Angiò e impara le arti mercantili. Andrà a lavorare presso la banca dei bardi, ma poco dopo inizia a studiare letteratura. Dopo pochi anni fallisce la banca e torna a Firenze.
Durante la metà del 300’ stringe amicizia con Petrarca con cui condivide la passione per i classici iniziando quell’atteggiamento che sarà tipico dell’umanesimo. Nel 1360 diventa chierico.
 

GIOVANNI BOCCACCIO: DECAMERON

L’opera principale è IL DECAMERON, una raccolta di 100 novelle legate da un antefatto. Vi partecipano 10 persone, 7 donne e 3 uomini , che si rifugiano sulle colline fiorentine per sfuggire alla peste, e ogni giorno ognuno di loro racconta una storia. L’opera si apre con un proemio. I temi principali sono la fortuna, l’amore e l’ingegno. L’antefatto in Nastagio degli Onesti, tratta di Nastagio che si innamora di 1 donna ed è sofferente perché lei non ricambia il suo amore e gli viene consigliato di allontanarsi un po’.

 

Giovanni Boccaccio: biografia e poetica

GIOVANNI BOCCACCIO, DECAMERON: NASTAGIO DEGLI ONESTI

Nastagio mentre camminava in un bosco vede una ragazza, nuda e graffiata, che scappa da  2 cani che la inseguono,infine vede arrivare un cavaliere. Allora Nastagio decide di intervenire ma il cavaliere lo ferma dicendogli che quella era il destino della ragazza. Il cavaliere racconta a Nastagio che lui amava quella donna, ma lei non aveva mai ricambiato l’amore, così il cavaliere si suicidò. Quando Traversana morì venne mandata all’inferno e questa era la sua punizione che durava tanti anni quanti furono i mesi in cui la giovane rinnegò il cavaliere. Allora Nastagio, pensa di organizzare un banchetto in quello stesso posto, poiché anche lui vive una situazione analoga a quella del cavaliere. Durante il banchetto gli invitati e l’amata di Nastagio vedono la scena e Nastagio gli spiega perché accade. Così l’amata decide di sposarlo e con il passare del tempo e dopo aver consumato il matrimonio si rende conto che poi non è tanto male. Nella novella è presente un elemento fantastico, ovvero la visione infernale, che accomuna la novella alla commedia dantesca che però invece di essere un monito morale come in Dante, è l’elemento di risoluzione di un soddisfacimento amoroso. Le caratteristiche delle novelle sono la brevità, una sintassi molto semplice da capire ma strutturata sul modello latino, un insegnamento finale e il volgare. È cambiato molto il sistema di valori tra Dante (redenzione) e Boccaccio (lieto fine, realizzazione nella vita terrena)