Quintiliano, Institutio oratoria: riassunto

Appunto inviato da valemore
/5

breve nota biografica su Quintiliano e descrizione delle tematiche del suo famoso trattato sulla formazione dell'oratore, l'Institutio Oratoria. Riassunto su Quintiliano e l'Institutio Oratoria (2 pagine formato doc)

QUINTILIANO, INSTITUTIO ORATORIA: RIASSUNTO

Quintiliano.

Oratore e professore stimatissimo scrive durante l’età dei Flavi e fu uno dei primi professori ad essere finanziati dallo stato per iniziativa di Vespasiano. Inoltre quanto ne 94 si ritirò dall’insegnamento, Domiziano gli affidò il compito di precettore dei suoi due pronipoti, gli eredi al trono.
Il nome del grande retore negli anni era diventato un modo per indicare i precettori come vediamo dalla satira VII di Giovenale in cui si parla in tono dispregiativo dei precettori  chiedendosi quanto effettivamente costi un “Quintiliano” .
Scrisse il trattato più completo e sistematico di retorica latina che era parzialmente conosciuto nel Medioevo e venne riscoperto nel ‘400 da Poggio Bracciolini suscitando grande interesse tra gli umanisti:L’INSTITUTIO ORATORIA (LA FORMAZIONE DELL’ORATORE).

Vita e opere di Quintiliano: riassunto


QUINTILIANO INSTITUTIO ORATORIA LIBRO 1 RIASSUNTO

E' un trattato didascalico in 12 libri dedicato a Vittorio Marcello, in cui si occupa della formazione dell’oratore partendo dall’infanzia secondo la sua esperienza personale ventennale di insegnante.
Crede che l’educazione sia un processo continuo in quanto parte dalla culla fino alla vecchiaia e graduale perché la difficoltà degli insegnamenti sono in linea con le diverse fasi di sviluppo(goccia  a goccia), è un processo lento. La prima formazione è quella morale e avviene all’interno della famiglia: il bambino nei primi anni di vita osserva, ascolta,tenta di imitare gli adulti i quali è bene siano in possesso di una buona moralità in quanto ogni esperienza affettiva e ogni apprendimento lasciano un segno indelebile nella sua vita. Le cause del fallimento perciò sono da ricercare negli errori compiuti nel processo formativo del bambino nell’infanzia.
Intorno ai 7 anni il bambino viene avviato allo studio in modo sistematico. Prima di tale età il fanciullo non deve ancora essere sottoposto a sforzo xkè ciò potrebbe fargli odiare lo studio. Perciò il primo studio a cui si dedicherò sarà il leggere e lo scrivere insegnato sotto forma quasi di gioco. Nella scuola incontra il maestro che dovrà guidare il fanciullo nella sua ascesa alla maturità.

Quintiliano, riassunto di letteratura latina


QUINTILIANO INSTITUTIO ORATORIA LIBRO 1

Esso è il modello a cui gli alunni si rifanno e si propongono di imitare. Il maestro deve saper osservare attentamente i suoi alunni e comprenderne la loro intelligenza emotiva ed intellettuale x permettergli una comprensione adeguata alla sua personalità. Inoltre deve saper contemperare la sua autorità e la sua benevolenza e disconoscendo l’uso, ormai diffuso, delle punizioni corporali. Quintiliano crede che sia molto più semplice colpire i ragazzi che sbagliano con la ferula che spiegargli il motivo del loro errore. Picchiare un bambino all’epoca era una ius, un diritto, ma già Quintiliano si rendeva conto che questo atto era contrario alla dignità dell’uomo libero, indipendentemente dalla sua età.