Il miles gloriosus di Plauto: riassunto

Appunto inviato da nikycr
/5

Riassunto che descrive l'opera Miles gloriosus di Plauto (2 pagine formato doc)

MILES GLORIOSUS: RIASSUNTO

Plauto: Il Miles Gloriosus.

Introduzione - La commedia è ambientata a Efeso, in Asia Minore. La scena è impostata in modo molto semplice: ci sono due casa una affianco all’altra che affacciano sulla strada.
I nomi dei personaggi non sono comuni per i tempi di Plauto, infatti egli li sceglie in base alle loro tendenze psicologiche o al loro carattere.
Il primo argumentum - L’argumentum fabulae consiste nell’introdurre il testo vero e proprio. Nel nostro caso ce ne sono pervenuti due, scritti, a quanto pare, da un ottimo copista e conoscitore di Plauto.
“Un militare porta via da Atene una cortigiana e la conduce a Efeso.
Il servo dell’amante di costei vorrebbe portare la notizia al padrone, che è in missione all’estero, ma, catturato durante la traversata, viene a sua volta dato in dono a quel militare. In seguito fa venire il suo padrone da Atene, e di nascosto pratica un foro nella parete che divide la sua casa da quella del militare per consentire agli amanti d’incontrarsi. Mentre sono stretti in un abbraccio, un guardiano li scopre dall’alto di un tetto; ma viene mirabilmente giocato, e gli vien fatto credere che si tratta di un’altra persona.
Nello stesso tempo Palestrione induce il militare a lasciar libera la sua concubina, dicendogli che la moglie di un vecchio suo vicino desidera sposarlo. E’ lui stesso a pregarla di andarsene e, oltre tutto, le fa un monte di regali. Quanto a lui, sorpreso nella casa del vecchio, viene punito come adultero.

Miles gloriosus di Plauto: analisi e trama

MILES GLORIOSUS TRAMA

(Il soldato sbruffone e il parassita adulatore) Fra i personaggi in scena troviamo: un soldato, Pirgopolinice, che si vanta delle sue false imprese, e un altro personaggio, Artotrogo, che gli fornisce nuovi spunti d’immaginazione adulandolo (così da ricevere alloggio e cibo).
Questa scena è fissa e priva d’azione, tuttavia ha un compito ben preciso, ovvero presentare il personaggio di Pirgopolinice.
Carattere comico di questo tratto è il sarcasmo di Artotrogo nell’adulare il soldato, accostato alla falsa immagine che Pirgopolinice si crea per vanto.

MILES GLORIOSUS PROLOGO

(Il prologo) A pronunciare il prologo, aperto a spettacolo già iniziato, è l’artefice degli eventi, il servo Palestrione: egli si rivolge al pubblico chiedendoi benevolenza e presentando il suo padrone, un mercenario arrogante, beffato anche dalle cortigiane.
Oltre a questo descrive i salti mortali che ha fatto per cercare di coprire la giovane Filocomasio.
(Il servo) Il custode Sceledro coglie i due giovani in flagrante e, timoroso per delle eventuali ritorsioni, racconta l’accaduto a Palestrione, il quale sfrutta questo lato del custode girando intorno all’argomento intanto che cerca una soluzione.