Eschilo

Appunto inviato da olimpia94
/5

Riassunto completo su vita, opere e stile di Eschilo (2 pagine formato rtf)

Dei tre tragici ateniesi Eschilo è il più lontano dalla nostra sensibilità, il mondo delle sue tragedie è vivamente e densamente costituito dalla cultura arcaica: divinità mostruose, apparizioni dall'oltretomba e arcaici rituali religiosi costituiscono il quadro scenico dove si svolgono le sue tragedie.
 
 
Della vita di eschilo sappiamo che nacque ad elusi da una nobile famiglia 500-400 a.c.
le esperienze fondamentali delle sua vita furono quelle militari partecipò infatti alla battaglia di maratona, di salamina e di platea, a 25 anni partecipò per la prima volta agli agoni tragici ottenendo la prima delle 13 o 28 secondo altri delle sue vittorie, morì in sicilia.
 
 
Della vasta produzione eschilea che doveva comprendere tra le 70 e le 90 opere tra tragedie e drammi satireschi ci sono giunte complete solo sette tragedie: Persiani, Sette contro Tebe, Supplici, Prometeo incatenato e le tre tragedie dell'Orestea: Agamennone, Coefore ed Eumenidi.
 
 
I Persiani: l'unica tragedia storica della letteratura greca che ci è rimasta, alla corte di susa atossa madre di serse in preda a tristi presentimenti evoca l'ombra del defunto marito dario e poi apprende da un messaggiero la terribile notizia della sconfitta a salamina giunge infine serse stesso tra canti di dolore e di disperazione.
.