La locandiera: riassunto

Appunto inviato da graziarosano
/5

La locandiera è una commedia teatrale scritta da Carlo Goldoni. Riassunto de La locandiera e accenni alla vita dell'autore (3 pagine formato docx)

LA LOCANDIERA RIASSUNTO

La locandiera è una commedia di Goldoni, strutturata in tre atti, che ha come protagonista Mirandolina, la proprietaria della locanda.

La sintassi è semplice, il lessico è aulico, ma abbastanza comprensibile. Carlo Goldoni nasce a Venezia nel 1707, segue gli studi di giurisprudenza e, dopo aver conseguito la laurea, si avvia alla carriera di avvocato. Dopo tra anni, però, si dedica al teatro, e riesce ad entrare come drammaturgo in una compagnia.
Egli porta sempre con sè delle idee innovative, e propone un nuovo modo di fare teatro: personaggi credibili, definiti nell’aspetto psicologico e sociologico, rappresentazione realistica e copione scritto.
Nel frattempo, entra in un’altra compagnia, dove produce le prime commedie secondo i suoi nuovi schemi, ma il risultato sono solo insuccessi e accuse. Goldoni, però, continua nel suo lavoro, e nelle seguenti commedie inizia ad esaltare il ceto borghese, verso cui nutre una particolare simpatia. Stanco, però, delle critiche, si trasferisce, nel 1762,a Parigi, ma qui vi trova la stessa situazione. Muore a Parigi nel 1793.

La locandiera di Goldoni: analisi opera


LA LOCANDIERA RIASSUNTO BREVE

La Locandiera è ambientata nel 700, periodo dell’Illuminismo, quando si inizia a parlare di uguaglianza. In essa, infatti, troviamo personaggi borghesi, come la stessa protagonista, ma figurano anche nobili. Personaggi nobili che sarebbero stati criticati a Venezia poiché si tratta di una locanda, luogo per poveri e non di certo per gente di alto rango, ed è per questo che Goldoni ambienta la sua opera a Firenze.
Mirandolina è una donna di circa 30 anni, bella e affascinante, ed è per questo che tutti i clienti della sua locanda si innamorano di lei, tra cui due nobili: il conte d'Albafiorita e il marchese di Forlipopoli; il primo sempre  impegnato a fare costosi regali a Mirandolina, il secondo alle prese con le sue ristrettezze economiche che gli impediscono di prevalere sul conte.
Il comportamento dei due contendenti non è per niente compreso dal cavaliere di Ripafratta, il quale odia le donne, le disprezza e le evita perchè le considera creature ingannatrici, e si vanta con tutti di non essere mai stato innamorato. Ecco, allora che Mirandolina rivolge il suo interesse verso di esso, con l’intenzione di far cedere anche lui per poi poterlo giostrare e ricevere doni anche da lui.

La locandiera di Goldoni: riassunto breve


LA LOCANDIERA RIASSUNTO DETTAGLIATO

Lo scopo di Mirandolina, infatti è semplicemente quello di divertirsi a fare dei propri amanti tutto ciò che vuole. Ma il conte d'Albafiorita e il marchese di Forlipopoli non sono i soli ad amare la locandiera, infatti, anche Fabrizio, il cameriere di Mirandolina, è innamorato della sua padrona. Approfittando dell'entrata in scena di due commedianti, Ortensia e Dejanira, che si spacciano per dame e attraggono gli interessi del conte e del marchese, Mirandolina si dedica completamente al cavaliere riempiendolo di attenzioni. Il cavaliere rimane suo malgrado folgorato dai modi gentili della locandiera, e nel giro di un giorno si innamora perdutamente di lei. Ciò scatena le gelosie di Fabrizio, del conte e del marchese che vedono nel cavaliere di Ripafratta l'interlocutore privilegiato di Mirandolina. La locandiera si accorge ben presto di aver esagerato, infatti il cavaliere diviene sempre più invadente nei suoi confronti, quindi per risolvere la situazione decide di sposarsi con Fabrizio e consiglia a tutti i suoi contendenti di andarsene e di ricordarsi di lei ogni qualvolta si trovino nelle medesime condizioni.

Riassunto della commedia La locandiera di Goldoni


LA LOCANDIERA RIASSUNTO ATTI

Il marchese di Forlipopoli è un uomo di origine nobile, ma senza più alcuna ricchezza, al contrario, invece del conte di Albafiorita che può vantare solo di grandi ricchezze, poiché il titolo nobiliare era stato appena comprato. Quest’ultimo potremmo definirlo il tipico ragazzo dai modi cortesi e gioviali, disposto a sperperare per apparire liberale dinanzi Mirandolina. Lo stato sociale di questo nobile lo si vede anche da alcuni oggetti, che vengono dati in dono alla locandiera, della quale sono entrambi innamorati. Il conte regala di continuo collane, orecchini di diamanti ecc. , il marchese, invece, spiazzato dai gesti del suo avversario, cerca di giustificare il suo comportamento e quello del conte.

Mirandolina de La locandiera: riassunto e caratteristiche del personaggio