Umanesimo: riassunto di letteratura italiana

Appunto inviato da bettuska
/5

Umanesimo: riassunto sulle caratteristiche del movimento culturale e ideologico che mise il valore e la dignità dell'uomo al centro dell'universo (3 pagine formato doc)

UMANESIMO: RIASSUNTO DI LETTERATURA ITALIANA

L'Umanesimo fu una corrente di pensiero e di azione che ebbe come scopo quello di mettere in rilievo il valore e la dignità dell'uomo, ponendolo al centro di tutto l'universo.
Il Rinascimento ne fu la sua logica conseguenza, imponendo un rifiorire della civiltà, delle arti e della cultura, che fecero della Toscana ed in particolar modo della città di Firenze, il traino per la rinascita di tutto il mondo civile allora conosciuto.
Caratteristiche principali di questo movimento sono la riscoperta, da parte degli intellettuali, dei testi classici latini e greci e il conseguente superamento degli ideali medievali, quali erano, ad esempio, quelli di un impero universale o di una religiosità troppo legata a riti e norme che poco rispecchiavano l’essenza vera del cristianesimo.

Umanesimo in letteratura: riassunto

CHE COS'E' L'UMANESIMO

La caratteristica precipua dell’Umanesimo è comunque l’affermazione dell’autonomia della ragione e volontà dell’uomo, che è artefice ed arbitro di se stesso.

Questa autonomia non è data a priori ma bisogna accedervi.
In quest’ottica, l’educazione assume un ruolo importante, confermata dall’apertura nel XV secolo di nuove scuole e dalla pubblicazione di molti trattati sull’argomento.
Nel XV secolo, infatti, si ha una rivalutazione dell’uomo basata sull’impronta data dai classici e che tiene conto della totalità sia dell’individuo, sia della società e che quindi non tralascia il problema religioso. Due, in particolare, erano le linee su cui verteva il dibattito: da un lato la polemica contro la corruzione del clero, dall’altro la formulazione di una nuova religiosità fondata sull’esperienza interiore.
Su queste posizioni troviamo, a fine '400, molti umanisti italiani, quali Coluccio Salutati, Leonardo Bruni, Lorenzo Valla e Poggio Bracciolini. Soprattutto nell’opera di quest’ultimo, molto spesso predomina una polemica antiecclesiastica.

Umanesimo e Rinascimento: riassunto breve

UMANESIMO: DOVE NASCE

In linea con l’operato di tali umanisti, si svilupparono, in tutto il 400, delle correnti di rinnovamento spirituale come, ad esempio, la devotio moderna. La sua importanza è data dal fatto che, alcuni principi propri del movimento, come la diretta lettura dei testi sacri e l’indifferenza verso il formalismo del culto, anticipano alcune di quelle che saranno le basi della Riforma Protestante. Il tentativo di riforma portato avanti dagli umanisti, che prelude alla riforma protestante, è indicato con il termine di renovatio, nome che esprime la volontà di ritornare ad un cristianesimo puro e autentico, non più appesantito dai dogmi e dalle credenze medievali. La corrente umanista investì molti campi del sapere. In particolare, la letteratura umanista si basa sul concetto di emulazione  e si sviluppa quasi interamente partendo dalle tematiche e dal linguaggio dei grandi scrittori antichi.