Italo Svevo: riassunto vita e opere

Appunto inviato da nikpiz
/5

la vita, la tematica comune, Freud e la psicoanalisi, "Una Vita", "Senilità", "La coscienza di Zeno", la prosa di Svevo e Svevo nella Storia della Critica. Riassunto della vita, opere e poetica di Italo Svevo (2 pagine formato doc)

ITALO SVEVO: RIASSUNTO VITA E OPERE

Italo Svevo nacque a Trieste il 1861 da genitori ebrei.

Il padre era un tedesco, la madre italiana. Il suo vero nome era Ettore Schmitz, ma volle chiamarsi Italo Svevo, per indicare la pacifica convivenza in lui della cultura italiana e tedesca. Compiuti gli studi commerciali, fu dapprima impiegato di banca, poi, dopo il matrimonio con Livia Veneziani appartenente a una ricca famiglia ebrea proprietaria di una prospera azienda di vernici sottomarine di rinomanza mondiale, entrò come socio nell’azienda del suocero, coltivando marginalmente la letteratura. Morì a Motta di Livenza (Treviso) nel 1928, in seguito ad un incidente automobilistico.

Italo Svevo: riassunto


ITALO SVEVO RIASSUNTO BREVE

Solo negli ultimi anni della vita fu scoperto e rivelato all’estero da James Joyce.

In Italia venne fatto conoscere da Eugenio Montale. Nonostante tardivi riconoscimenti, la fama di Svevo è cresciuta enormemente soltanto dopo la Seconda Guerra Mondiale, la suo Opera è apparsa veramente nuova, una delle testimonianze più alte e significative per comprendere la spiritualità del secolo. L’importanza di Svevo è dovuta, oltre che alla sua sensibilità umana di scrittore, all’ambiente in cui si formò, Trieste, che ai suoi tempi era un vero e proprio crocevia della cultura italiana e della cultura mitteleuropea, germanica e slava. Questo fece di Svevo lo scrittore più anti-letterario del Novecento italiano, più attento a recepire i motivi profondi della moderna cultura europea e a scrutare i meandri tortuosi del subcosciente, diede alla letteratura italiana del primo Novecento un contenuto e una dimensione europea.

Italo Svevo: vita e opere


VITA E OPERE DI ITALO SVEVO RIASSUNTO

I tre grandi romanzi. La tematica comune. Le opere di Svevo sono sostanzialmente costituite da tre romanzi. I primi due, Una Vita e Senilità, furono quasi del tutto ignorati dal pubblico. Dopo 25 anni di silenzio, nel 1923 Svevo pubblicò, sempre a sue spese, il terzo romanzo, La Coscienza di Zeno, che gli procurò un’improvvisa notorietà, ripagandolo delle incomprensioni precedenti. I tre romanzi sono idealmente simili, perché hanno una tematica comune, che consiste nell’analisi ossessiva e spregiudicata del subcosciente dei rispettivi protagonisti -Alfonso Nitti, Emilio Brentani, Zeno Cosini- analisi che è poi una sorta autoanalisi, che è la controfigura dell’autore.
Freud e la Psicoanalisi. Per condurre in profondità questa analisi Svevo si servì delle psicoanalisi di Sigmund Freud già diffusa “nell’ambiente medico e intellettuale triestino, anni o decenni d’anticipo sul resto d’europa”. Freud insegnava che molte nostre azioni solo apparentemente nascoste da libere scelte; in realtà sono condizionate da complessi psichici, tendenze emotive in contrasto con i principi etico-sociali imposti dall’esterno, formatisi durante l’infanzia.
Perciò solo frugando nei meandri tortuosi del nostro Io possiamo cogliere le ragioni e i motivi più profondi di molte nostre azioni. Svevo fu tra i primi scrittori a introdurre la psicoanalisi operando una “rivoluzione copernicana del romanzo”. L’attenzione dello scrittore non è più rivolta a fatti esterni, al “documento” storico, ambientale o sociale, ma ai fatti interni, all’esplorazione dei labirinti del subconscio.
L’esame dei tre romanzi ci aiuta comprendere il pensiero e la novità di Italo Svevo.

Svevo: vita, pensiero e opere


UNA VITA ITALO SVEVO RIASSUNTO

Una Vita. Il primo romanzo, Una Vita, narra la biografia di un inetto.Nel suo complesso Una Vita rispecchia ancora i modi della narrativa naturalistica e verista. Ma l’attenzione maggiore dello scrittore è già rivolta all’analisi psicologica del protagonista, a coglierne le reazioni anche le più nascoste. Da questa analisi si ricava il profilo di un uomo non in sintonia con la realtà incapace di adattarsi ad essa o di affrontarla in modo deciso e coerente.

Vita, opere e psicologia di Svevo: riassunto


ITALO SVEVO RIASSUNTO VITA E POETICA: SENILITA'

Senilità. Senilità è il secondo romanzo sveviano. Il titolo ha significato metaforico: “Senilità” indica, a livello denotativo, l’incapacità di agire che è propria dei vecchi, ma nel romanzo qualifica quella del protagonista che è particolarmente giovane Emilio Brentani. Si nota subito in questo romanzo un impianto narrativo solido e convinto, che poggia sulla contrapposizione di due coppie analogiche e opposte fra loro: Emilio-Amalia coppia di inetti, e Angiolina-Stefano la coppia dei forti e decisi. Anche in questo romanzo Svevo rappresenta il dramma della solitudine dell’uomo contemporaneo, la sua incomunicabilità e incapacità di agire deriva dalla coscienza del totale fallimento della propria esistenza.

Italo Svevo, riassunto