Ludovico Ariosto: riassunto della biografia, pensiero e l'Orlando furioso

Appunto inviato da nairi01
/5

Ludovico Ariosto: riassunto dettagliato della biografia, pensiero, delle opere minori e dell'Orlando furioso (4 pagine formato doc)

LUDOVICO ARIOSTO: RIASSUNTO DELLA BIOGRAFIA, PENSIERO E L'ORLANDO FURIOSO

1.

La vita. Ariosto fu un intellettuale cortigiano; proveniva da un nobile famiglia, il padre era un funzionario dei duchi d’Este a Reggio Emilia, dove Ariosto nacque nel 1474. Successivamente il padre si stabilì a Ferrara, dove Ludovico Ariosto intraprese studi di diritto contro la propria volontà. Così lasciò gli studi e si dedicò alla formazione umanistica.
A Ferrara soggiornò Pietro Bembo con cui fece amicizia e ne subì l’influenza, indirizzandosi verso la poesia volgare entrando nella cerchia dei letterati stipendiati. Alla morte del padre, dovette occuparsi del patrimonio famigliare e sostenere i fratelli minori. Nel 1503 prese servizio presso il cardinale Ippolito e per aumentare i guadagni divenne chierico. Nel frattempo si occupò degli spettacoli di corte scrivendo la Cassaria e i Suppositi. I primi del 500 l’Italia era sconvolta dai conflitti con Francia e Spagna, così Ariosto dovette recarsi come ambasciatore a Roma, cominciando poi a stringere rapporti con gli ambienti fiorentini stringendo legami con una donna sposata, Alessandra Benucci, il marito morì nel 1515 ma Ariosto costretto al celibato non la potè inizialmente sposare, lo fece in segreto alcuni anni più tardi.

Riassunto su Ludovico Ariosto: vita e opere


LUDOVICO ARIOSTO ORLANDO FURIOSO

Nel 1516 scrisse l’Orlando furioso che dedicò al cardinale Ippolito. Nel 1525 scrisse le commedie, la Lena e il Negromante. Morì nel 1533 per complicazioni polmonari. Nelle Satire lasciò l’immagine di sé come uomo amante della vita sedentaria. Dimostra un atteggiamento capace di indagare nella vita sociale del tempo.
2. Le opere minori.
2.1. Le liriche latine e le rime volgari. La lirica latina di Ariosto risale alla giovinezza, sono 67 componimenti tra il 1494 e il 1503, non furono mai raccolti in forma organica né pubblicati. In questi si rivela la formazione umanistica di Ariosto con i modelli di Orazio, Catullo, Virgilio e Ovidio. L’autore però mantiene un’intonazione realistica, come denuncia della durezza quotidiana e l’aspirazione all’otium. Le rime volgari non sono mai state raccolte organicamente e pubblicate solo dopo la sua morte.

Ludovico Ariosto, riassunto: vita e pensiero


LUDOVICO ARIOSTO PENSIERO

Troviamo anche componimenti di occasione legati ad avvenimenti contemporanei come il funerale di Eleonora d’Aragona. In molte rime si ritrova il tema amoroso e la figura dell’amata Alessandra, giungendo quasi a produrre un canzoniere per lei. Compose anche dei capitoli, componimento in terzine dantesche di una certa ampiezza, con argomenti variamenti mescolati di carattere morale o politico con riferimenti autobiografici, usa un tono colloquiale e un linguaggio medio. L’Obezzeide, è un frammento di un poema epico, composto per esaltare la casa d’Este ma interrotto per la composizione del Furioso.