Frate Cipolla: riassunto

Appunto inviato da piccolavedder
/5

riassunto dettagliato della novella del Decameron "Frate Cipolla" di Boccaccio (1 pagine formato doc)

Frate Cipolla: riassunto - Frate Cipolla (dal Decameron, VI, 10) Frate Cipolla abitava in un convento di frati dell'ordine di San'Antonio di Certaldo, un borgo intorno al castello di Valdelsa, tra Firenze e Siena.

Questo piccolo borgo era abitato da nobili e uomini agiati, e ogni anno Frate Cipolla faceva avanti e indietro per raccogliere le laute offerte e le elemosine dei contadini per il convento.

Leggi anche Analisi della quarta novella del Decameron di Boccaccio

Era un uomo di bassa statura, dai capelli rossi, molto gioviale e scherzoso, un vero amante delle allegre compagnie e anche se non era istruito, era un ottimo oratore e molto stimato da tutti i suoi conoscenti. Nel mese di agosto, com'era sua usanza, durante una Messa nella chiesa parrocchiale, chiese ai fedeli di ricordarsi delle donazioni alla Chiesa, ovviamente ognuno nelle misura che poteva permettersi, e a chi portava generose elemosine, gli avrebbe mostrato una reliquia prestigiosa: una penna delle ali dell'arcangelo Gabriele.
Mentre Frate Cipolla predicava, tra i fedeli erano presenti Giovanni e Biagio, due compagni di brigata del frate che decisero di beffarlo, rubandogli la reliquia, avendo saputo che la mattina seguente il frate sarebbe partito dal borgo.