La coscienza di Zeno

Appunto inviato da federicasaporiti
/5

Riassunto dettagliato per capitoli del romanzo di Italo Svevo (7 pagine formato pdf)

LA COSCIENZA DI ZENO
1-PREFAZIONE
II Dottor S.
spiega brevemente la storia del suo cliente (Zeno) e dice di essere stato lui a pubblicare, sotto forma di libro, ciò che quest'ultimo ha scritto riguardo la sua vita.
2- PREAMBOLO
LUOGO:TRIESTE
Zeno entra in scena dicendo che, a seguito della sua malattia, il Dottore S. gli aveva consigliato, come inizio della cura, di scrivere tutti ciò che egli si ricordasse della sua infanzia. Non nega che tutto questo gli risulta difficile.


3-IL FUMO
II Dottar S. consigliò a Zeno di iniziare il suo lavoro con un1 analisi storica della sua propensione al fumo.
A Zeno venne in mente che tutto era partito intorno al 1870, quando un suo ricco amico coetaneo offriva a lui e al fratello minore di un anno, delle sigarette ormai non più in commercio. Da qui partì il desiderio a volerne sempre di più. Iniziò quindi a rubare denaro al padre per comprarle e successivamente, poiché quasi scoperto, decise di non rubare più ma di finire di nascosto i sigari che il padre lasciava a metà. 


Zeno ricorda di aver fumato molto in quel periodo, al punto che gli venne una forte influenza. Il dottore al quale si rivolse gli prescrisse come cura riposo e astensione dal fumo. Fu un tentativo inutile: Zeno continuava a fumare. Più egli si proponeva di non fumare, fissando e scrivendo sui muri le date in cui avrebbe smesso definitivamente di fumare, più questi propositi andavano in fumo. Iniziò a soffrire di insonnia a non riuscire a studiare e a concentrarsi (passò dagli studi di legge a quelli di chimica per poi ritornare a quelli di legge). Si rivolse allora al Dottar S., medico analista che curava le malattie nervose con l'elettricità.