Divina commedia - riassunto dell'Inferno

Appunto inviato da gabrye
/5

Prologo e riassunto dei canti dell'Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri (6 pagine formato doc)

DIVINA COMMEDIA INFERNO: RIASSUNTO

Prologo.

Festa grande - È la primavera dell’anno 1300. Il papa Bonificio VIII ha indetto il primo Giubileo della storia, che durerà per tutto l’anno. Ai fedeli che si pentiranno dei propri peccati e si confesseranno, saranno concessi cento anni d’indulgenza. Tuttavia sono numerosi quelli che pensano che il papa approfitti del Giubileo per ricavarne soldi e per rendere il potere del papa più alto.

Inferno di Dante: riassunto


DIVINA COMMEDIA INFERNO: RIASSUNTO GENERALE

Inferno. Un uomo si è perduto - Lontano dalla confusione della città, un uomo si aggira in una foresta.

Si chiama Dante Alighieri. È scrittore e poeta, ma si occupa anche di Politica nella sua città: Firenze. È da una notte intera che si affanna inutilmente. L’alba non è lontana e un profilo di un colle lentamente sopra le cime degli alberi. Si avvia verso la cima della collina; ma dopo pochi passi è bloccato da uno strano animale, è una lonza. Dante impauritosi guarda dietro di sé un leone alle proprie spalle; come se non bastasse apparve anche una lupa. Questi tre animali rappresentano: la lonza, la lussuria, la smania dei piaceri sessuali, l’eccesso di passione amorosa; il leone, la superbia e la lupa, l’avarizia. Senza pensarci due volte Dante torna indietro verso la foresta.

Inferno di Dante: struttura


RIASSUNTO CANTO 1 INFERNO

L’aiuto insperato - La situazione di Dante sembra disperata, quando improvvisamente davanti agli occhi del Poeta appare una figura dall’aspetto solenne. È Virgilio il gran poeta latino, che Dante stimava molto, autore dell’Eneide che narra la vicenda di Enea. Virgilio riesce a portare in salvo Dante. Da lì ha inizio il viaggio.
Tre sante donne - Dante, essendo molto curioso, chiede a Virgilio cosa lo aveva spinto a salvarlo. Lui spiegò che la Vergine madre di Dio aveva raccomandato a santa Lucia di avvisare Beatrice che a sua volta a chiamato me. In seguito a questa spiegazione Dante fu pronto a intraprendere il viaggio con Virgilio.

Tesina di maturità sull'Inferno


RIASSUNTO CANTO 2 INFERNO

Qui incomincia l’Inferno. Di lì a poco, Dante e Virgilio si fermano davanti a una porta sopra la quale sono scolpite parole terrificanti:
PER ME SI VA NELLA CITTA’ DOLENTE
PER ME SI VA NELL’ETERNO DOLORE
PERME SI VA FRA LA PERDUTA GENTE
LASCIATE OGNI SPERANZA, VOI CH’ENTRATE
È l’ingresso dell’Inferno. Dante scoppia a piangere troppo è l’orrore e grande la pietà. Si sentono dei lamenti ed essendo curioso il poeta chiede a Virgilio da dove provenivano. Lui spiega che erano gli ignavi, coloro che hanno vissuto una vita insulsa e che non meritano né lodi né biasimo.