Canto 5 del Purgatorio: riassunto

Appunto inviato da iceboy986
/5

Canto 5 del Purgatorio della Divina commedia di Dante Alighieri: riassunto dettagliato e analisi (2 pagine formato doc)

CANTO 5 PURGATORIO: RIASSUNTO

Canto 5 del Purgatorio della Divina commedia.

Luogo: Antipurgatorio. Espianti: Negli genti morti di morte violenta che si pentirono solo in punto di morte. Custode: Catone l'Uticense. Pena: Debbono attendere nell'antipurgatorio, prima di essere ammessi all'espiazione nel monte del purgatorio, tanto tempo quanto vissero
Riassunto: Dante e Virgilio lasciano le anime dei pigri, continuano il loro cammino e riprendono la salita del monte. Alcune anime che si meravigliano per la presenza di un vivo, attirano l'attenzione di Dante distogliendolo dall'impegno della salita.
Virgilio temendo che quelle manifestazioni di meraviglia attardassero il cammino di Dante. rimprovera il poeta fiorentino, che un po' temporeggia, di riprendere il cammino e di non curarsi di coloro che lo osservano e bisbigliano e che nessun indugio è consentito a chi ha iniziato la via della penitenza e della purificazione.

Tema sul Canto 5 Purgatorio: Pia de Tolomei

CANTO 5 PURGATORIO: RIASSUNTO DETTAGLIATO

Lunga la costa si fa incontro a loro un'altra schiera di anime che avanzano cantando il salmo “Miserere” a versetti alternati. Sono le anime dei morti di morte violenta, che si pentirono in punto di morte; Appena si accorgono che Dante è vivo, mutarono il canto in un prolungato «oh!» di meraviglia, due di loro corsero incontro , come se fossero dei messaggeri, a chiedere gentilmente spiegazioni. Virgilio rassicura i due inviati, affermando che il corpo di Dante è di vera carne, e di poter riferire alle altre anime che potrebbe riuscir loro di aiuto . Virgilio invita Dante a non fermarsi dicendo che siccome sono Molte le anime desiderosi di Conoscenza , di ascoltarle durante il cammino. Sapendolo vivo, sperano conosca qualcuno dei loro cari, Dante non riconosce nessuno, tuttavia giura di voler fare per gli spiriti che lo hanno avvicinato quanto desiderano. Anch'esse ora chiedono preghiere per affrettare la purificazione.

Purgatorio: Canto 1: testo, parafrasi e figure retoriche | Canto 3: testo, parafrasi e figure retoriche | Canto 4: testo, parafrasi e figure retoriche | Canto 5: testo, parafrasi e figure retoriche | Canto 6: testo, parafrasi e figure retoriche | Canto 11: testo, parafrasi e figure retoriche | Canto 21: testo, parafrasi e figure retoriche

CANTO 5 PURGATORIO: RIASSUNTO BREVE

Le prime tre anime che si affrettano a presentarsi e narrare la loro tragica fine a Dante , sono : Jacopo del Cassero , prega Dante di ricordarlo ai cittadini di Fano, la sua città nativa , dicendo che egli era esperto nell'uso delle armi, fu ucciso in località Oriamo nei pressi di padova dai sicari di Azzo VIII  d'Este , signore di Ferrara, del quale era stato avversario. Prende poi la parola Il Capitano dell'esercito ghibellino Buonconte da Montefeltro , egli si lamenta della sua vedova, Giovanna, che lo ha dimenticato, e dei suoi stessi consanguinei.

Riassunti canti del Purgatorio

RIASSUNTO DEL PURGATORIO: CANTO 5

Dicendo che è scomparso nella battaglia di Campaldino, Dante gliene chiede la ragione per la quale nn fu mai ritrovato il corpo e Buonconte racconta a Dante ai piedi del Casentino traversa un fiume che ha nome Archiano dove la sua acqua si riversa nell'Arno. Giunto fin li a piedi, e ferito a morte alla gola , perse i sensi e morì,invocando il nome di Maria chiedendo perdono.qui caddi e rimase solo il mio corpo fisico. Durante la disputa tra l'angelo e il demonio per il possesso della sua anima,l'angelo vinse e quindi riusci a strappare la sua anima al diavolo.

Parafrasi del Purgatorio: canto 5