Naturalismo e Verismo: riassunto

Appunto inviato da dvdplm
/5

Riassunto schematico del Naturalismo e del Verismo con riferimento al contesto storico, vita, e opere di Verga (5 pagine formato pdf)

NATURALISMO E VERISMO

Riassunto naturalismo, verismo, Verga.
mercoledì, 16 gennaio 2013, 3:48 p.
In Europa c'era la rivoluzione industriale, in Italia c'era stata l'unità.

Il sud si era impoverito per le scelte economiche dell'Italia e nasce la questione meridionale.
Lo sviluppo capitalistico moderno aveva portato verso un nuovo tipo di atteggiamento: il positivismo, che aveva determinato un clima di fiducia nelle forze dell'uomo. Aveva determinato anche un ritorno alla fiducia nella ragione.
Si basava su alcune convinzioni: Che il metodo scientifico fosse l'unico metodo valido per indagare la realtà, da cui il rifiuto della religione e della metafisica Essendo l'unico valido va esteso a tutti i campi della conoscenza, compresi l'uomo e la società. Poiché la scienza ci dà gli strumenti per capire la realtà, ci permette anche di dominarla. Da qui nasce la fede positivistica nel progresso.
Era stato determinante anche il darwinismo. In questo periodo si sviluppano la poesia dei simbolisti e degli scapigliati, poi quella di Carducci.
ma quella più importante è il romanzo e la novella.

Il Naturalismo: riassunto

SIMBOLISMO

I simbolisti avevano un atteggiamento molto violento nei confronti della realtà sociale. Il loro scopo è quello di richiamare l'attenzione pubblica verso alcune parti della società, ovvero i bassifondi, delle classi disagiate.
Scelgono degli atteggiamenti della vita Bohemien per scandalizzare l'opinione pubblica e farla intervenire.
In Italia invece ci sono gli scapigliati
Scimmiottano i simbolisti francesi
Producono poesie che scandalizzato l'opinione pubblica con atteggiamenti provocatori
Questo atteggiamento durò circa 10 anni e si sviluppo solo nel nord Italia.
Non sono convincenti perché provengono proprio dalle classi sociali che criticano.
In Italia non c'era la consapevolezza sociale adatta a questo tipo di poesia.
In questa età vediamo anche Carducci
Era un sostenitore del classicismo in questo periodo
Sì trova immerso in questa realtà è non la condivide, e non condivide neanche l'atteggiamento dei poeti maledetti.
Sì rifugia nel classicismo.
Poi c'è il naturalismo francese.

NATURALISMO E VERISMO LETTERATURA

Il pensatore da cui trasse i fondamenti teorici fu Taine
Sosteneva che i fenomeni spirituali sono determinati da razza, ambiente, e momento storico. Questo viene ripreso dal naturalismo e in particolare da Zola.
I precursori furono Balzac, autore della commedia umana, Flaubert, autore di madame
Bovary e i fratelli de Goncourt.
Il pensiero di taine fu ripreso da Zola:
Autore del romanzo sperimentale
sostiene che il metodo sperimentale va applicato anche alla sfera spirituale
Il fine è di conoscere tutte le caratteristiche psicologiche dell'uomo in modo da cambiarle per migliorare la sua situazione.
Da qui nasce la concezione progressista della realtà
Stabilisce la regola dell'impersonalità:
Il contenuto deve essere il fatto umano
Il linguaggio deve essere funzionale al contenuto
Al naturalismo francese si ispira il verismo italiano.