Riassunto su Pascoli, il periodo del Futurismo e i poeti Crepuscolari

Appunto inviato da blueberrydecker
/5

Riassunto della biografia di Pascoli, la sua "poetica del fanciullino", i simboli da lui utilizzati, con una sintetica ma precisa analisi di alcune sue opere. Il riassunto tratta anche il periodo delle avanguardie, del futurismo e del crepuscolarismo (4 pagine formato doc)

Riassunto su Pascoli, il periodo del Futurismo e i poeti Crepuscolari - Giovanni Pascoli (1855 - 1922)
Pascoli appartiene alla prima generazione decadente.
D’Annunzio è il rappresentante dell’estetismo e Pascoli è il rappresentante del simbolismo. Il poeta nasce a San Magno di Romagna da una famiglia della piccola borghesia (4° di 10 figli). Nel 1867 verrà ucciso e gli assassini non furono mai scoperti. Oltre al lutto del padre si aggiungerà anche quello della madre e della sorella maggiore nel 1868, seguiti poco dopo dalla morte di altri due fratelli.


Pascoli studiando riesce ad accedere all’università con facoltà di lettere a Bologna, dove insegnava Carducci. Pascoli diventerà professore di Greco e Latino nei licei e poi anche nelle università.
Pascoli dopo aver preso la cattedra di Carducci, insieme alle sorelle Ida e Maria cercherà di ricostruire l’unità familiare, opponendosi al matrimonio di Ida che avrebbe spezzato la famiglia. Pascoli vuole rimanere vicino anche a Maria, che mai si sposerà.
Le opere di Pascoli sono racchiuse in 4 gruppi: 
- Opere Simboliste (Myricae)
- Opere Colte
- Opere Nazionalistiche
- Opere Teoriche (Il Fanciullino -> Spiega le linee guida della sua poesia)
Il Fanciullino
La poetica di Pascoli può essere definita come “Poetica del Fanciullino”.
Il Fanciullino è la parte più pura ed innocente che risiede dentro ogni uomo (parte PRERAZIONALE). Il Fanciullino, senza pensare e senza aver raggiunto il problema della razionalità, non assume un comportamento sempre razionale (senza vincoli degli adulti). Il Fanciullino si manifesta attraverso comportamenti irrazionali o sentimenti puri.