Umberto Saba: vita e tematiche delle opere

Appunto inviato da meremarsh
/5

la vita, la poetica e le tematiche delle opere di Saba. Riassunto della vita e opere di Umberto Saba (3 pagine formato pdf)

UMBERTO SABA: VITA E TEMATICHE DELLE OPERE

Umberto Saba – Vita –
Umberto Saba nacque a Trieste il 9 marzo 1883
La madre era ebrea
Il padre abbandonò la moglie ancor prima della nascita del bambino → questo fu di grande influenza sulla personalità del poeta → si tradusse in un conflitto interiore caratterizzato dall’ammirazione da un lato e dall’altro dalla solidarietà per il dolore della madre
Venne affidato ad una balia → Gioseppa Sabaz → fino ai 3 anni
La madre gli impose un’educazione severa e rigida
Umberto Saba è uno pseudonimo, il cognome paterno era Poli
Interruppe presto gli studi
Tra il 1907 e il 1908 si arruolò volontario e prestò servizio militare a Salerno → da questa esperienza nacquero i Versi militari
1909 → sposò Lina (Carolina Wolfler) dalla quale ebbe una figlia, Linuccia
1921 → prima edizione del Canzoniere → comprendeva l’attività poetica dei vent’anni precedenti
Nel 1922 pubblicò Preludio e canzonette e nel 1923 Preludio e fughe
1931 → pubblicò Il piccolo Berto → raccolta comprendente poesie composte tra il 1929 e il 1931 ispirate alla cura psicoanalitica intrapresa per superare le crisi depressive
1934 → Parole.

Riassunto della vita e poetica di Umberto Saba


UMBERTO SABA VITA E OPERE RIASSUNTO BREVE

A causa delle persecuzioni razziali nel 1938 si allontanò da Trieste e si rifugiò prima a Parigi e poi a Firenze, nascosto in casa di amici
Finita la guerra tornò a Trieste
1945 → uscì la ristampa del Canzoniere, per le edizioni Einaudi
Intanto si dedicò anche alla prosa → nel 1946 pubblicò Scorciatoie e raccontini e nel 1948 la Storia e cronistoria del Canzoniere
Postumo, nel 1975, venne pubblicato il frammento di un romanzo rimasto incompiuto → Ernesto
Dal 1954 si aggravarono le condizioni di salute di Umberto Saba che venne più volte ricoverato in ospedale
Nel 1957 uscì la terza e definitiva edizione del Canzoniere
Morì a Gorizia (1957).

Poesie di Umberto Saba: analisi


UMBERTO SABA VITA E OPERE BREVE

Trieste – È una città particolare → di vocazione italiana dell’irredentismo in poi.

Nel periodo in cui vive Umberto Saba, la città è un crocevia di popoli e di culture (fino alla prima guerra mondiale è sotto il controllo dell’impero astroungarico e suo unico porto).
Qui si incrociano 3 etnie:
1. italiana
2. slava
3. tedesca (Austria, Ungheria, Germania)
Tutte loro hanno una propria lingua e una propria cultura → che a Trieste si fondono insieme → è un crogiolo di esperienze multiculturali. Vi è inoltre una forte comunità ebraica (di cui fa parte anche Umberto Saba) e che controllo il porto, i commerci …
Trieste, negli anni in cui vive Umberto Saba, diventa un punto importante dal punto di vista finanziario e commerciale → però l’uscita della città dall’impero astroungarico significò il lento declino della città che divenne di periferia.
Triste è una città che sceglie di essere italiana → così anche Umberto Saba è italiano per scelta, e deve diventarlo.

Umberto Saba, vita e opere: riassunto


UMBERTO SABA POETICA

La poetica – L’essere cresciuto ai margini della vita letteraria italiana ha significato, per Umberto Saba, la possibilità di elaborare una poetica personale che si distacca sia dal dannunzianesimo sia dalla poetica futurista → parte dal rifiuto dell’esperienza poetica dannunziana e da una posizione originale rispetto agli avanguardisti.