Petronio e il Satyricon: riassunto dettagliato

Appunto inviato da erika87
/5

Biografia di Petronio e descrizione dell'opera il Satyricon con: riassunto, tecniche narrative e riflessioni sulla lingua e la trama. Riassunto dettagliato su Petronio e il Satyricon (2 pagine formato doc)

PETRONIO E IL SATYRICON: RIASSUNTO DETTAGLIATO

Petronio.

Su Petronio abbiamo pochissime notizie sia relativamente all’opera, di cui ci sono pervenuti solamente due libri, sia riguardo alla sua vita. Probabilmente Petronio era un console appartenente alla ristretta cerchia di amici di Nerone suicidatosi nel 66 d.C. per l’accusa di aver partecipato alla congiura pisoniana. Le cause delle poche notizie che abbiamo e dei soli due libri sono da ricercare nell’argomento trattato, considerato troppo volgare, in disaccordo con i valori del mos maiorum e per l’utilizzo di un sermo plebeius.

Petronio e il Satyricon: riassunto


SATYRICON PETRONIO RIASSUNTO BREVE

Il Satyricon. Ci sono molte incertezze relative al nome di quest’opera perché oltre a Satyricon, genitivo plurale greco, usato in diversi manoscritti ritroviamo anche i nomi: Satirarum libri, Satyri fragmentae.

Il nome rimanda alla satira menippea, misto di prosa e versi, della tradizione greca e alla figura dei satiri famosi per la loro lascivia. Del romanzo ci sono pervenuti solo frammenti del XIV, XV, XVI, per cui non è possibile fare una considerazione riguardo alla probabile intera dimensione dell’opera, sicuramente di dimensioni superiori ai 16 libri. Probabilmente fu scritto negli anni 60-65 d.C. durante il principato di Nerone, questo è intuibile da:
•    Le tematiche vicine a quelle dell’età augustea (l’ammirazione della cultura, dell’arte e dell’oratoria della Grecia antica, la crisi dell’oratoria moderna e la presa in giro dei toni “solenni” di essa).
•    La presenza di numerose allusioni a personaggi ed eventi di quel periodo.
•    La lingua vicina a quella di Seneca.
•    L’imitazione della Pharsalia di Lucano.

Petronio: riassunto di latino


SATYRICON PETRONIO RIASSUNTO CAPITOLI

L’opera presenta tratti di notevole originalità sul piano narrativo, linguistico, e compositivo. Dal punto di vista compositivo il romanzo è caratterizzato da momenti di narrazione incalzante e da altri di stasi dell’azione durante i quali i protagonisti raccontano storie o s’imbattono in discussioni. La satira menippea utilizzata viene trasformata in un genere aperto dove si intrecciano diversi generi letterari, tra cui la poesia epica i cui versi sono citati dal vecchio Eumolpo. L’alternanza di parti in versi e parti in prosa è detta prosimetrum, in una parte di esso c’è una parodia della epica con il racconto in toni profetici delle parole pronunciate dalla Sorte che ha confuso cronologico degli eventi. Questo nuovo genere aperto di Petronio riprende da questi generi letterari:
•    Satire.
•    Storiografia (aneddoti, leggende, biografie).
•    Epica (narrazioni di miti).
•    Epistolografia (lettere di Cicerone).
•    Letteratura orientale e tardo-ellenistica.