Capitolo 9 I Promessi Sposi - Riassunto dettagliato

Appunto inviato da Voto 3

riassunto breve e spiegazione del capitolo 9 de I Promessi sposi di Alessandro Manzoni. Grazie al barcaiolo messo a disposizione da Fra Cristoforo, Renzo, Agnese e Lucia raggiungono la sponda opposta del lago e da lì arrivano a Monza dove le due donne vengono condotte nel convento dei Cappuccini e qui fanno la conoscenza di Gertrude, la monaca di Monza (1 pagine formato doc)

CAPITOLO 9 PROMESSI SPOSI, RIASSUNTO DETTAGLIATO

In seguito alla loro brusca partenza dal paesino natale, Renzo, Agnese e Lucia, grazie all'appoggio di fra Cristoforo, riescono a fuggire e, dopo aver navigato nottetempo sulle acque del lago di Como, approdano sull'altra riva del lago, opposta a Pescarenico, e si accomiatano dal barcaiolo che li aveva trasportati. Grazie all'aiuto di un barrocciaio di passaggio, i tre giungono fino a Monza su di un carro. Arrivati in città, possono finalmente riposarsi e rifocillarsi in una locanda. Dopo un breve pasto, Renzo dà l'addio alle due donne. Sempre sotto la guida del barrocciaio, le due donne si recano prima al convento dei cappuccini (portando la lettera di fra Cristoforo) e poi, accompagnate dal padre guardiano, al monastero di monache nel quale sperano di trovare ospitalità. Il frate decide quindi di chiedere per loro la protezione di Gertrude, una suora di nobile e potente famiglia. 

 
 

CAPITOLO 9 PROMESSI SPOSI ANALISI

L'Autore dà ora inizio ad una sua profonda descrizione fisica e psicologica, caratterizzata da quelle “pennellate descrittive”, da quello stile sintetico ma estremamente espressivo, quasi compendiario che è proprio del Manzoni. La giovane monaca ha circa venticinque anni e il suo viso mostra una bellezza sfiorita. Il suo atteggiamento e il suo modo di indossare il saio hanno qualcosa di strano. L'Autore riesce qui, nella descrizione, ad anticipare qualcosa di quello che narrerà poi più esplicitamente, a proposito della storia e della vocazione di Gertrude. Egli predispone in qualche modo il lettore alle rivelazioni successive, che così appariranno poi più convincenti. La narrazione riprende, e Gertrude interroga le due donne e il padre guardiano a proposito delle vicende di Lucia. Al termine del colloquio, concede ospitalità ad Agnese e Lucia. Inizia da ora quello che sarà un lungo flash-back sulla vita di Gertrude e una digressione sulle usanze della nobiltà dell'epoca in ambito familiare. Viene infatti descritta la famiglia di Gertrude e la regola in essa vigente, secondo la quale, tutti i figli, ad esclusione del primogenito, dovevano entrare in convento, per non frammentare il patrimonio della casata. 
 

DESCRIZIONE GERTRUDE PROMESSI SPOSI

Fin dalla prima infanzia, i genitori e i parenti di Gertrude cercano, anche con subdoli espedienti, di inculcarle l'idea della vita consacrata. L'infanzia e l'adolescenza di Gertrude trascorrono nel convento di Monza, dove viene educata in vista di una sua futura scelta monacale. Nei suoi rapporti con le compagne la bambina manifesta la sua innata superbia (alla quale, peraltro, è stata educata), ma anche i primi cenni di rifiuto della vita religiosa. Prima di prendere definitivamente i voti, Gertrude è ricondotta, secondo la regola, per un mese nella casa paterna. Qui viene trattata con indifferenza ed isolata al fine di metterla a disagio e di farle desiderare il convento.