Il romanticismo: breve appunto

Appunto inviato da duddas
/5

Dall'illuminismo al romanticismo: il romanticismo come conoscenza di sè, come un nuovo modo i sentire e di interpretare la realtà (2 pagine formato doc)

IL ROMANTICISMO IL ROMANTICISMO Gli ideali illuministici erano basati: sulla speranza che i lumi della ragione determinassero l'avvento di un'età in cui sarebbero stati corretti gli errori del passato e sulla fiducia di una creazione di una nuova società di uomini liberi ed uguali.
Questi ideali alimentarono la rivoluzione francese. Ma questo rivolgimento dell'ordine politico-sociale, rinnegò i precedenti ideali di uguaglianza libertà e fratellanza rivolgendosi così in un regime assoluto di Napoleone e nell'imperialismo cioè in uno strumento di oppressione per il popolo non solo francese ma di tutta l'Europa. La delusione che aveva portato questa crisi, unendosi ai presentimenti romantici che si creavano all'interno del razionalismo illuminista favorirono l'avvento del Romanticismo.
Questo nuovo movimento culturale e letterario si manifesta come oppositore dell'illuminismo. Ne rinnega la visione dell'esistenza basata sulla ragione e afferma il sentimento, la passione, la fantasia. Il romanticismo esalta perciò l'individuo, come creatura unica ineguagliabile. Contro il cosmopolitismo illuministico, che tendeva ad abbattere i confini tra le nazioni e a far si che ogni uomo si sentisse cittadino del mondo , i romantici esaltano le nazioni e i popoli concepiti come un insieme di persone con cultura diversa da tutti gli altri popoli. Contro l'antistoricismo dell'illuminismo, che condanna il passato, il romanticismo afferma che la storia è l'evoluzione e il progresso da un'età ferina a stadi sempre più alti di civiltà. Ma soprattutto il romanticismo non accetta la concezione materialistica dell'esistenza affermata nell'illuminismo ma ne esalta l'aspirazione ad una libertà senza limiti . L'aspetto essenziale del romanticismo è proprio in questo bisogno che ha l'uomo romantico di acquistare coscienza di se e del suo posto nel mondo,e insieme di conoscere l'essenza della natura che lo circonda e di penetrare nel mistero dell'universo. Il romanticismo eredita dal illuminismo alcune conquiste fondamentali: il diritto di tutti gli uomini di vivere in uno stato libero; il diritto di ogni popolo a governarsi da se senza essere soggetto alla dominazione straniera; la convinzione che il potere sia in mano al popolo e non al sovrano. Tutti ideali che spinsero ben presto i romantici alle cospirazioni, alle società segrete, alle rivolte aperte, alle barricate, alle lotte per ottenere le costituzioni e infine alla guerra per l'indipendenza.