Strumenti della pianificazione urbanistica e definizione

Appunto inviato da pekke89
/5

Strumenti della pianificazione urbanistica: definizione di Piano Regolatore Generale (PRG), Piano Strutturale Comunale (PSC), Piano Operativo Comunale (POC), piani attuali del PRG e piano per insediamenti produttivi (PIP) (4 pagine formato doc)

PIANIFICAZIONE URBANISTICA: DEFINIZIONE

Strumenti della pianificazione urbanistica.

Il piano regolatore generale. Il Piano Regolatore Generale (PRG) è lo strumento urbanistico principale di un Comune, che evidenzia sia le scelte di assetto e sviluppo del territorio comunale, sia gli interventi di trasformazione urbanistica e edilizia.
Esso entrò in vigore con la legge 1150/1942 e nella sua versione più aggiornata si configura come un piano dal duplice aspetto: il Piano Strutturale Comunale (PSC) e il Piano Operativo Comunale (POC).
Il PSC è lo strumento urbanistico di natura strategica che comprende le previsioni di pianificazione urbanistica. E’ usato dall’Amministrazione comunale per:
-    programmare le strategie per il governo del territorio comunale;
-    attuare le politiche urbane, come quelle per il risparmio dei suoli agricoli;
Il POC è lo strumento urbanistico di natura operativa, caratterizzato dalle previsioni del PSC in cui individua gli immobili e stabilisce gli elementi necessari per gli interventi di tutela e trasformazione del territorio comunale.
Viene usato per:
-    compiere le azioni amministrative volte a trasformare le politiche in “programmi dettagliati”;
-    decidere dove e quando intervenire per attuare il PSC.
La progettazione sia del PSC che del POC è di competenza del Comune, il quale può affidare tale compito al proprio ufficio tecnico avvalendosi di liberi professionisti.
CARATTERISTICHE DEL PSC
Gli elaborati del POC sono:
-    la Relazione illustrativa degli elementi che provano la compatibilità tra POC e PSC;
-    le Tavole di Piano in scala 1:1.000, 1:2.000, 1:5.000;
-    le Norme Tecniche di Attuazione;
-    l’Analisi di coerenza, il documento che consente di verificare i punti del POC;
-    gli Approfondimenti di natura geotecnica e idrogeologica.

Urbanistica: definizione e storia

STRUMENTI URBANISTICI ATTUATIVI

I PIANI ATTUATIVI DEL PRG
Il PRG definisce all’interno degli ambiti territoriali di conservazione, riqualificazione e trasformazione le parti in cui è ammesso l’intervento diretto e quello subordinato alla formazione di strumenti attuativi.
Sono strumenti attuativi del PRG:
il piano esecutivo di iniziativa pubblica sottoforma di:
-    Piano Particolareggiato Esecutivo (PPE);
-    Piano per l’Edilizia Economica e Popolare (PEEP);
-    Piano di Recupero del patrimonio edilizio Esistente (PdR);
-    Piano per Insediamenti Produttivi (PIP).
il piano esecutivo di iniziativa privata sottoforma di:
-    Piano Esecutivo Convenzionato (PEC).

Tesina sull'urbanistica: definizione e storia

STRUMENTI URBANISTICI: DEFINIZIONE

IL PIANO PARTICOLAREGGIATO ESECUTIVO (PPE)
Il Piano Particolareggiato Esecutivo è uno strumento di iniziativa pubblica di attuazione del PRG. Il PPE deve dare indicazioni su:
-    la rete stradale;
-    i dati altimetrici;
-    le altezze delle costruzioni;
-    gli spazi riservati a opere pubbliche;
-    gli edifici da demolire e ricostruire.
Deve essere corredato da una relazione di previsione di massima delle spese occorrenti e da una rappresentazione planivolumetrica dettagliata sull’ambiente circostante. La procedura di formazione si attua tramite:
-    compilazione del Piano a cura del Comune;
-    adozione del Piano con delibera del Consiglio Regionale;
-    deposito del Piano adottato presso la Segreteria Comunale e pubblicazione all’Albo Pretorio.
La validità di un PPE è fissata in 10 anni.