Gruppi e leadership: i ruoli all'interno di un gruppo

Appunto inviato da celiabicci
/5

Comunicazione tra i gruppi, stili di leaderschip e definizione dei ruoli all'interno di un gruppo (3 pagine formato pdf)

GRUPPI E LEADERSHIP: I RUOLI ALL'INTERNO DI UN GRUPPO

I gruppi e la leadership: appunti di psicologia.

All’interno di un qualsiasi gruppo sociale, alcuni membri esercitano un’influenza maggiore sugli altri, assumendo la funzione di comandocontrollo. Questa funzione è detta LEADERSHIP.
Il leader. Il leader ha potere sul gruppo, lo guida e lo influenza. È una persona su cui il gruppo può contare, si propone di fare il bene del gruppo, di affrontare situazioni di difficoltà e conflitto/ostilità risolvendole positivamente.
Se nel gruppo ci sono problemi o indecisioni, il leader interviene, guida, consiglia, aiuta e orienta perché ogni questione possa essere risolta. Il leader e il gruppo, sono un’endiadi infatti non può esserci un gruppo
senza leader e non può esserci un leader senza gruppo. In un gruppo, il potere è sempre distribuito in modo regolare Se in un gruppo vi è chi comanda e chi obbedisce, ci si trova di fronte ad un bisogno di comando e di obbedienza/dipendenza il leader deve trasmettere al gruppo: serenità, tranquillità, equilibrio,gratificazionein un gruppo, ogni membro assume una determinata posizione.

Tesina sulla leadership

RUOLI ALL'INTERNO DI UN GRUPPO

Il leader ha sempre una posizione di vertice. Il gruppo si aspetta dal leader che sappia sceglie per gli altri.
Il leader per tanto deve essere:
Moderatamente più intelligente degli altri
Più estroverso e socievole
Orientato al potere
Di aspetto gradevole
Capace di convincere
Abbastanza coerente e risoluto
Fornito di una buona o elevata autostima.

Leadership: caratteristiche

IL LEADER NEL GRUPPO

Leader autoritario o autocritico: Decide da solo, stabilisce, impone, assegna compiti, rifiuta consigli e critiche. Attività del gruppo: Esegue ordini e compiti, offre rendimento elevato, il gruppo però assume atteggiamenti di passività verso il leader e assume atteggiamenti aggressivi verso l'elemento più debole.
Stati d'animo del gruppo: Il morale è basso, emergono situazioni conflittuali tra i membri, l'aggressività viene repressa ed esplode
improvvisa e violenta. leader permissivo o laissez-faire: non dà indicazioni operative precise, non assume la guida del gruppo, genera disinteresse generale, genera disorganizzazione.