rocce sedimentarie

Appunto inviato da witu89
/5

vi è descritto in maniera abbastanza chiara i tipi di rocce, le loro caratteristiche, in maniera approfondita le rocce sedimentarie (4 pagine formato doc)

Le rocce sedimentarie Le rocce sedimentarie Il termine sedimentarie dà già qualche indicazione, poiché deriva dal latino "sedimentum" che significa deposto, e si riferisce alla decantazione (o precipitazione) di materiale solido all'interno fluido.
Poiché l'alterazione delle rocce che affiorano e il trasporto e deposito dei prodotti alterati sono fenomeni sempre in atto, si trovano sedimenti quasi ovunque. Le rocce sedimentarie rappresentano meno del 10% in volume dei primi 16 Km di crosta, tuttavia l'importanza di questo gruppo di rocce è notevole visto che costituiscono il 75% delle rocce che affiorano in superficie. Quindi si possono immaginare queste rocce come un sottile strato, a volte discontinuo, della porzione più esterna della crosta, cosa facilmente intuibile visto che i sedimenti si accumulano proprio sulla superficie della Terra In base ai diversi fenomeni che danno origine alle rocce sedimentarie si distinguono: rocce di origine detritica, rocce di origine chimica, rocce di origine organogena.
Rocce detritiche o terrigene: si formano a partire da rocce resistenti in seguito a processi di alterazione meccanica, trasporto deposito ellitificazione. L'erosione è l'alterazione meccanica determinata dall'attrito che fiumi, mari e agenti atmosferici, operano sulle rocce preesistenti staccando continuamente frammenti più o meno grandi, detti clasti. L'efficacia dell'erosione dipende ovviamente dalla natura della roccia ma può essere comunque accelerata se intervengono altri fattori, che rendono la roccia meno compatta; fra questi, un ruolo fondamentale nei climi temperati e freddi, e svolto dall'azione di gelo e disgelo che si verifica nel passaggio tra la stagione fredda e quella calda. Fessure superficiali presenti nelle rocce si riempiono di acqua che con il gelo ghiaccia dilatandosi e allargando la frattura. Ripetute azioni di gelo e disgelo allargano sempre più le fratture rendendo la roccia più erodibile. Anche l'attività organica ha il suo peso nell'alterazione meccanica delle rocce. Le radici degli alberi per esempio, si incuneano nelle fratture allargandole continuamente; I sedimenti generati dal processo erosivo vengono trasportati più o meno lontano dalla roccia originaria. Quando cessa l'azione di trasporto si ha la deposizione di masse di frammenti che danno origine a depositi sedimentari, quali depositi fluviali, le spiagge, le dune dei deserti. A questo punto i sedimenti vengono sottoposti a un'azione di litificazione che comprende la compattazione del deposito, dovuta al peso dei sedimenti sovrastanti, e il riempimento dei spazi presenti tra i granuli da parte di materiali più fine o da parte dei sali presenti nelle acque. Vi sono rocce che subiscono solo il processo di compattazione e restano perciò incoerenti e facili da disgregare, mentre le altre si dicono rocce coerenti e risultano compatte e dure. Le rocce detritiche vengono suddivise principalmente in base alle dimensione dei granuli che le costituiscono. Ogni roccia