I vulcani: riassunto per tesina

Appunto inviato da valeriacrescini
/5

Riassunto sui vulcani per tesina: cosa sono i vulcani, il magma, la forma degli edifici vulcanici, i diversi tipi di eruzione, i prodotti dell'attività vulcanica e il vulcanismo effusivo ed esplosivo (3 pagine formato doc)

I VULCANI: RIASSUNTO PER TESINA

I vulcani.

I magmi. I vulcani differiscono per diverse qualità che li caratterizzano, come per il tipo di eruzione, ma sono tutti legati da uno stesso aspetto: la risalita, dall’interno della Terra, di materiali rocciosi allo stato fuso misti a gas e polveri che, una volta raggiunta la superficie terrestre, si solidificano o si sperdono nell’atmosfera. Queste masse di materiali prendono il nome di “magmi” e si originano tra lo strato più esterno del mantello e lo strato più interno della crosta terrestre.
L’attività vulcanica può innescarsi improvvisamente e durare un tempo più o meno lungo, che dipende da quanto magma può formarsi nelle profondità della Terra a seconda delle condizioni che permettono la produzione di questa materia.

I vulcani: tesina di scienze


I VULCANI: RIASSUNTO BREVE

Il processo di fusione è graduale: materiale molto caldo e solido si trasforma piano piano in una massa pastosa, in cui è possibile distinguere goccioline di magma che tendono a separarsi.

Quando un volume compreso tra il 5 e il 20 % del materiale originario si è fuso, le gocce di magma si fondono insieme in una massa fluida continua, che riesce a trovare facilmente fessure nelle rocce e materiale solido sovrastante, e si muove più facilmente tra gli alti materiali per la minor densità.
La velocità di risalita del magma dipende da diversi aspetti:
•    Volume;
•    Profondità della zona d’origine;
•    Temperatura delle rocce attraverso cui risale;
ecc.

I vulcani: tesina


RIASSUNTO VULCANI TERZA MEDIA

Il magma, inoltre, può incontrare ostacoli durante il corso della sua risalita e fermarsi per un periodo di tempo; inoltre, durante questa sosta, la sua natura può cambiare in base alle influenze subite dal materiale roccioso che lo circonda.
Nel momento in cui il magma risale in superficie dà origine al fenomeno del vulcanismo, anch’esso condizionato da diversi fattori, che danno origine a fenomeni diversi.
La forma degli edifici vulcanici. Bisogna sottolineare che questo materiale a temperature elevatissime prende il nome di magma quando si trova all’interno della crosta terrestre, durante tutto il periodo della formazione e della risalita, assume invece il nome di lava nel momento in cui fuoriesce in superficie e perde un gran numero di gas e di vapori. Questi ultimi vanno ad arricchire l’atmosfera, mentre i materiali solidisi accumulano e costituiscono l’edificio vulcanico in due punti:
•    All’estremità aperta in superficie di un condotto di forma quasi cilindrica di nome “cratere”;
•    Lungo spaccature che penetrano profondamente nell’interno della Terra, dette “vulcani lineari”.
Il condotto vulcanico mette in comunicazione l’edificio esterno con l’area di alimentazione, situata ad una profondità variabile; durante la sua risalita, il magma può ristagnare in una camera magmatica, che può trovarsi ad una profondità variabile (tra i 2-3km e i 10km).

I vulcani: ricerca di scienze


I VULCANI: SCIENZE

La forma dei vulcani dipende dal tipo di materiale eruttato. Vi sono quindi due tipologie fondamentali di vulcano:
I vulcani-strato, che si formano con l’alternanza di fasi di effusioni laviche e periodi di emissioni esplosive con frammenti di lava sminuzzati, che danno origine alle piroclastiti, hanno la forma di un cono; il più grande sulla Terra che presenta queste caratteristiche è il Mauna Loa, situato nelle Hawaii;
I vulcani a scudo, che si formano quando vi sono eruzioni di lava piuttosto fluida che, prima di solidificarsi, scorre per molti km in larghe colate; la forma di questi vulcani è appiattita; in questo caso, non si verificano episodi esplosivi.